Magazine Cultura

Fabio Volo: Generazione Svelata

Creato il 25 luglio 2011 da Dietrolequinte @DlqMagazine

Fabio Volo: Generazione SvelataDopo i successi ottenuti con “Le Iene”, e prima di quelli successivi ed eclatanti con i vari reality su MTV e al cinema, Fabio Volo nel 2001 ha inaugurato una nuova attività di grande successo, quella di scrittore di vaglia. È di quell’anno, infatti, il suo esordio letterario con “Esco a fare due passi”, un testo, autobiografico?!, scritto nella forma di lettera al sé stesso di cinque anni dopo. Nico, dj di successo in una radio importante, è chiamato a prendere una decisione difficile sul suo futuro professionale che porterà inevitabilmente ad una serie di conseguenze a cascata su tutti i suoi giorni a venire. Ecco dunque l’escamotage “letterario” di auto-indirizzarsi una missiva in cui, senza peli sulla lingua e scavando nel suo intimo, esamina tutta la sua vita in modo brutale, talvolta volgare, ma indubbiamente incisivo. Scopriamo così tra un aneddoto e l’altro, come Nico rappresenti al meglio la categoria dei famigerati “bamboccioni”. Alla soglia dei trent’anni, vive difatti un’esistenza spensierata, dall’esterno invidiabile e felice, ma in realtà piena di dubbi ed insicurezze, più o meno celate. Ne esce fuori il ritratto di un novello Peter Pan, profondamente immaturo, una sorta di eterno adolescente intrappolato in una vita da adulto, che si ostina a non voler crescere. Con la disarmante e spudorata innocenza d’un bambino, Nico, senza alcuna inibizione, e nulla tacendo o velando, ci accompagna in un divertente viaggio alla scoperta dei giovani del terzo millennio.

Fabio Volo: Generazione Svelata

Ponendo irrimediabilmente se stesso al centro dell’Universo, il protagonista ci parla con naturalezza e semplicità, senza falsi pudori o moralismi, del suo rapporto con gli amici, con le donne, con l’autoerotismo, con le canne, con la musica, ma soprattutto con il mondo di convenzioni e certezze reali o presunte che lo circondano. Il risultato è un quadro che, pur concedendo molto ai potenziali lettori ed alle mode del momento, riesce a mettere a nudo la parte di noi che teniamo ben celata, ma che immediatamente riconosciamo come nostra scorrendo tra le pagine del libro. Sicuramente non siamo di fronte ad un capolavoro, e neppure ad un’opera di letteratura con la L maiuscola, ma ci troviamo tra le mani uno di quei libri che, gratificati da uno stile scorrevole e coinvolgente, schietto e crudo, divengono quasi “naturalmente” dei veri cult per le generazioni cui si rivolgono e che li leggono. In confidenza neppure io sono rimasto indifferente a questo trattato di “filosofia vivendi” in cui molto mi son ritrovato e che mi ha fatto riflettere, e, sotto l’ombrellone, all’arsura dei 40 gradi di un paio di pomeriggi riminesi, non è stata impresa da poco…


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Abbiate fede nella generazione TQ

    Abbiate fede nella generazione

    Hanno tra i trenta e i quaranta anni, sono scrittori, editori, intellettuali. Vogliono incontrarsi, riappropriarsi degli spazi, discutere, “uscire dalla linea... Leggere il seguito

    Da  Frailibri
    CULTURA, LIBRI
  • Fabio volo

    Fabio volo

    , pseudonimo di Fabio Bonetti (Calcinate, 23 giugno 1972), è uno scrittore, attore, conduttore radiofonico, televisivo e doppiatore italiano. Leggere il seguito

    Da  Hope
    CULTURA, LIBRI
  • Fabio Volo? Uno scalino!

    Fabio Volo? scalino!

    E' da giorni che seguo in rete e sui giornali la questione che riguarda il successo letterario di Fabio Volo: grande scrittore o semplice fenomeno televisivo? Leggere il seguito

    Da  Marcodallavalle
    CULTURA, LIBRI
  • Un libro qualsiasi di Fabio Volo

    Non ho mai letto un libro di Fabio Volo, anzi mi capita, spesso e volentieri di augurare l'autocombustione a tutti quegli pseudo-lettori disfunzionali che me... Leggere il seguito

    Da  Bens
    CULTURA, LIBRI
  • Il ritorno di Fabio

    ritorno Fabio

    Ringrazio Licia, che sul suo blog sempre interessante ha parlato di "un prodotto in vendita in alcuni paesi di lingua inglese il cui nome è insolito perché non ... Leggere il seguito

    Da  Silviapare
    CULTURA, FOTOGRAFIA, LIBRI
  • Fabio volo e le sue interviste

    Non sono un suo fan accanito, eppure Fabio Volo è proprio un bel tipo. Molto interessanti i suoi ragionamenti, specie quelli che lasciano di stucco una... Leggere il seguito

    Da  Lucalo
    CULTURA
  • Mani fantasy: Fabio Barboni

    Mani fantasy: Fabio Barboni

    Alcina_by_0Effe0 In realtà, io non so nulla di quest'uomo! Non ha un sito internet, non ho trovato informazioni navigando come una forsennata per siti e... Leggere il seguito

    Da  Flavia
    CULTURA