Magazine Tecnologia

Facebook da più dipendenza del sesso?

Creato il 06 aprile 2011 da Antonio Conte

Traduzione di Antonio Conte da www.itWorld.com

Una nuova ricerca sostiene che le ricerche online che includono le parole “Facebook” e “Dipendenza” sono molto di più delle ricerche che denotano la “Dipendenza” dalle parole chiavi “Sesso” e “Sigarette“.

(Vedi anche: Dipendenza Tecnologia e Brand, un Twelve Step Program)

La “Internet Time Machine” che analizza il trend delle chiavi di ricerca, riporta che la “dipendenza da Facebook” è una delle chiavi più usate e che denotano nicchie digitali con alta dipendenza. Come spiega ITM: “La crescita dei social media ed il bisogno di essere costante contatto con il proprio profilo per leggere gli aggiornamenti di stato e/o i tweets rappresenta un vero problema per le persone con carattere incline ad instaurare relazioni di dipendenza. Il fatto che l’accesso a Facebook sia così facile grazie anche ai dispositivi portatili o alle tablet ne alimenta solo la dipendenza.  Nuovi televisori vengono venduti adesso con Facebook e Social Media con componenti integrati in dispositivi per il controllo remoto. La necessità di essere sempre aggiornati crea un loop crescente, e sempre più importante tanto per i siti web che per le persone, un flusso di messaggi sociali e multimediali sta soffocando gli account personali e gli interessi della gente”.

ITM non fornisce i dati alla base del suo studio (almeno sulla pagina linkata sopra, però potrebbero essere disponibili per i membri ITM a pagaemento, ma io non sono uno di loro), ma Digital Trends ’Jeffrey Van Camp riporta che nei giorni scorsi, le parole “Dipendenza da Internet Facebook” sono state cercate per 121.800 mila volte da persone in tutto il mondo.

Un rapido sguardo a Google Trends mostra che nella ricerca la frequenza d’uso delle parole chiavi “Facebook addiction” (dipendenza da Facebook) sono salite costantemente da quando l’estate del 2008, cioè da quando apparve sullo schermo Radar Trend di Google.

Guardando a ciò che Google Trends mostra per “sex addiction” cioè “dipendenza da sesso“, si vede che le ricerche sono rimaste ad un livello relativamente stabile dal 2004, con l’eccezione di un paio di punte. La più alta delle quali è stata “sex addiction“, che rappresenta il momento della ricerca degli utenti nel mese di agosto 2008, quando l’attore David Duchovny entrava in riabilitazione per dipendenza da sesso.

Ma quando si mettono i dati nei grafici, si ottiene un quadro completamente diverso:

Facebook da più dipendenza del sesso?

Dalla linea rossa si vede che le ricerche della “Dipendenza da Facebook” è chiaramente molto bassa rispetto ricerche per ”Dipendenza da sesso”.

Fintanto che non avrò accesso ai dati, la mia opinione sarà ovviamente scettica su queste conclusioni, grazie ITM.  Sulla base dei dati di Google Trends sopra, sembra che il mondo abbia in ordine dato dal grafico, le proprie dipendenze. Quanto a me, mi faccio ricerca di sesso su Facebook ogni giorno. In teoria, almeno.

Chris Nerney, autore dell’articolo, scrive a proposito degli aspetti commerciale delle strategie di mercato della tecnologia e delle tendenze, questioni legali, cambiamenti di leadership, fusioni,venture capital, IPO e titoli tecnologici. Seguilo su Twitter [email protected].

Print Friendly
Print
Get a PDF version of this webpage
PDF

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine