Magazine Informatica

Facebook e targetizzazione: big news

Da Innovationmktg @InnovationMktg

Vi abbiamo spesso parlato di come Facebook sia particolarmente utile per gestire le campagne di marketing e come i dati Insight (che sono leggermente cambiati dopo f8) siano utilissimi per quanto riguarda la targetizzazione e lo sviluppo di campagne marketing.

Il difetto però sta sempre nel pensare ad un pubblico più che ad analizzare quello che già si ha. Spesso quindi gli influencer possono venire tralasciati per errori di valutazione, trasformando anche la migliore campagna di social media in un mezzo fallimento; soprattutto ora che le pagine Facebook stanno subendo un crollo delle visualizzazioni mai sperimentato prima.

Ma presto le cose cambieranno, per sapere come, ecco la guida di Innovation Marketing.

Innanzitutto dovete sapere che le versioni di Facebook cambiano a seconda della lingua, e in particolare la versione americana è quella più sensibile ai piccoli cambiamenti.
Il primo step, quindi, sarà senza dubbio settare la lingua giusta.

sc1

sc2

Una volta impostato l’inglese americano (è importante, in quanto con le altre versioni della stessa lingua non si ha il medesimo risultato) ecco come apparirà la vostra nuova barra di ricerca.

sc3

sc4

Insomma decisamente più completo non vi pare? Non solo potete vedere gli elementi a cui già avete messo “Mi piace”, ma addirittura visualizzare dei suggerimenti in base ai contenuti che avete già dimostrato di apprezzare.

Ma la cosa migliore per chi usa Facebook per lavoro arriva adesso: potete cercare esattamente le persone che hanno dimostrato di apprezzare la vostra pagina andando a selezionarle in base a dei filtri predefiniti.
Potrete quindi usare Facebook come un vero e proprio motore di ricerca.

sc5

sc6

Come potete vedere avete una prima panoramica delle persone che hanno messo un “Mi piace” alla pagina, ognuno con la propria scheda contenente i dati principali. Sulla parte destra dello schermo avete invece una piccola visione della vostra pagina e i filtri che potete usare per selezionare accuratamente il vostro target.

sc7

Come vedete oltre ad usare i filtri potreste impostare la ricerca anche dalla barra principale anche se questo metodo risulta leggermente più macchinoso, in quanto bisogna imparare ad essere molto specifici e a non tralasciare nulla.
Le possibilità date dai filtri di ricerca sono praticamente infinite: titolo di istruzione, amici, luogo di lavoro e periodo in cui si ha lavorato presso una certa azienda, idee politiche e religiose, e molto altro ancora.
Qualsiasi informazione fornita dagli utenti è rintracciabile e può essere usata per andare a costruire il proprio target di riferimento per la promozione di un prodotto o di una campagna di marketing.

Aspettando che anche nella versione italiana vengano sbloccati questi tool, ci accontentiamo di una versione più difficile per gli appassionati della lingua nostrana ma sicuramente più efficiente.

Valeria Castelli
Autore: Valeria Castelli

Social Media Manager e Web Content Writer presso Innovation Marketing®


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog