Magazine Ecologia e Ambiente

Fare acquisti senza spendere denaro? Con ScambioScambio.it da oggi è possibile

Da Mela Verde News

Fare acquisti senza spendere denaro? Con ScambioScambio.it da oggi è possibileE’ nato ScambioScambio.it il sito su cui è possibile sfruttare gli oggetti che non si utilizzano più e le proprie capacità per fare acquisti senza spendere denaro.
Tramite ScambioScambio.it, infatti, è possibile accedere gratuitamente ad una community dedicata allo scambio di oggetti e competenze. L’attuale momento socio-economico è particolarmente difficile e complesso, in questo contesto ScambioScambio.it si propone di creare una rete di relazioni incentrate sull’aiuto reciproco e sulla condivisione di “ciò che si ha” o di “ciò che si sa”.In sintesi, ScambioScambio.it ti permette di: fare acquisti senza spendere denaro, rispettare l’ambiente riducendo i trasporti, i consumi e i rifiuti, condividere le tue passioni e fare nuove amicizie
Come funziona?Dopo una procedura di registrazione rapida e gratuita, tutti gli utenti possono visualizzare le “proposte di scambio” presenti sul sito o pubblicare una nuova proposta. Gli scambi possono essere effettuati attraverso due modalità:
Baratto classico: un oggetto o un servizio viene scambiato con un altro oggetto o servizio
Scambio indiretto: un oggetto o un servizio viene scambiato con dei Crediti. Chi riceve Crediti potrà utilizzarli in un secondo momento per realizzare un nuovo scambio ed ottenere quello che desidera.

Un esempio?Francesca è appassionata di grafica e web ed inserisce un annuncio in cui si rende disponibile a realizzare un logo in cambio di 15 crediti. Matteo risponde all’annuncio ed offre a Francesca i 15 crediti richiesti.Francesca accetta l’offerta e riceve i 15 crediti. Qualche giorno dopo li utilizza per rispondere all’annuncio di Giulia, insegnante di inglese, che è disponibile per conversazioni in inglese. Il meccanismo è analogo nel caso in cui lo scambio sia relativo ad un oggetto e non ad un servizio.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :