Magazine Cinema

Feast - John Gulager

Creato il 24 ottobre 2010 da Frank_manila
Feast - John GulagerIl banchetto (trad. feast) messo su da Gulager, che segna il suo esordio, è sanguinoso, divertentissimo e dimostra che un'idea non originalissima, se è scritta e girata bene, può funzionare! Come dicevo, l'idea è di quelle già viste: un bar (con i suoi avventori) sperduto nel deserto è assediato da una famiglia di mostri, che sembrano mega-ratti scuoiati. Il primo punto a favore, Gulager, lo prende con i personaggi che non sono i soliti teenager deficienti, ma una schiera assurda di personalità multiple che cozzano tra loro (abbiamo il vecchio barman, una vecchia battona, madre coraggio con tette mostruose e canne mozze, quello su una sedia a rotelle, lo stronzo so-tutto-io, lo sfigatissimo, il tamarro cowboy/proprietario del bar ecc.). Il secondo punto se lo becca con i mostri, come dicevo prima sembrano mega-ratti scuoiati, con tratti umanoidi, cattivissimi, incazzatissimi, affamatissimi e arrapatissimi (in una scena si fanno una bella ingroppata in doggy-style, cioè alla pecorina). Il terzo punto, e anche gli altri (mi sono stufato di contare) se li prende per: ritmo della storia, battute a raffica, assurdità di alcune scene (il mostro che fa la fine Bobbitt), cattiveria gratuita, sangue, volgarità, ancora sangue, stereotipi (che se mancano in un film del genere uno ci rimane male) e cascate di... sangue (lo so che era già stato detto ma la quantità è industriale!). Gulareg non ci risparmia niente, non ha peli sulla lingua e possiede indubbiamente molto coraggio... ora mi tocca vedere il secondo e poi il terzo... è una trilogia... yeahhh!!!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Recensione di Dear john

    Recensione Dear john

    Siete stufi dei soliti film sdolcinati?,beh,io ho ciò che fa per voi. Dear John è una pellicola che unisce meticolosamente il dolce con l’amaro. E’ un giorno... Leggere il seguito

    Da  Sky9085
    CINEMA, CULTURA
  • John Waters: A dirty shame

    Si tratta dell'ultimo film di uno dei miei registi preferiti in assoluto, che non ha bisogno di presentazioni (se non sapete chi è John Waters, sappiate che... Leggere il seguito

    Da  Scenamadre
    CINEMA, CULTURA
  • Dear John

    Dear John

    USA - 2010 di Lasse Hallströmcon Channing Tatum, Amanda Seyfried, Richard JenkinsRelazione, per lo più epistolare (da qui il titolo), tra un militare e la sua... Leggere il seguito

    Da  Ivanbenassi
    CINEMA, CULTURA, FILM DRAMMATICO
  • Zardoz - John Boorman (1974)

    (Id.)Visto in DVD.In un futuro lontano una stirpe di umani che han scoperto l'immortalità vive la solita vita fricchettona, kitch e senza scopo dentro dei... Leggere il seguito

    Da  Lakehurst
    CINEMA, CULTURA, FANTASCIENZA
  • Feast II: Sloppy Seconds - John Gulager

    Feast Sloppy Seconds John Gulager

    Con l'aumento del budget aumentano un sacco di cose. Aumentano le location (si passa dal bar sperduto nel deserto al paesello vicino), aumentano i cadaveri (di... Leggere il seguito

    Da  Frank_manila
    CINEMA, CULTURA
  • Feast III: The Happy Finish - John Gulager

    Feast III: Happy Finish John Gulager

    Con il terzo episodio si conclude la trilogia di Gulager. La terza parte è di certo la più delirante... non si sono proprio regolati (lo dico in senso positivo)... Leggere il seguito

    Da  Frank_manila
    CINEMA, CULTURA
  • John Landis: Burke & Hare

    John Landis: Burke Hare

    Immagino che per presentare John Landis basti citare alcuni dei suoi film più famosi, come The Blues Brothers, Animal House, Un lupo mannaro americano a Londra ... Leggere il seguito

    Da  Scenamadre
    CINEMA, CULTURA

Magazines