Magazine Informazione regionale

Fidenza: i candidati sindaco si confrontano sulla città

Creato il 08 maggio 2014 da Bernardrieux @pierrebarilli1

Fidenza: i candidati sindaco si confrontano sulla città
Nella sala polivalente della parrocchia di San Michele si è da poco concluso l'incontro delle associazioni di categoria con  i candidati Sindaco del Comune di Fidenza. Tema dell'incontro "il mondo delle piccole e medie imprese".L'ampia sala era affollata di un pubblico interessato che educatamente ha applaudito tutti.La rigida scaletta degli interventi è stata rispettata così come l'ora d'inizio le 20.45 per l'abile regia del giornalista GianLuigi Negri, moderatore dell'incontro. 
Ogni candidato ha avuto pochi secondi per presentarsi. Alla auto-presentazione di ogni candidato Sindaco è seguita l'intervento del Presidente CNA delegazione Fidenza, Roberto Rubini che ha introdotto le prime due tematiche di discussione che rimandavano principalmente al problema della sicurezza particolarmente sentito da chi esercita attività economica ma anche dalle famiglie.Ha esordito Andrea Massari spiegando che il tema della sicurezza solo marginalmente è un compito del Comune essendo questo servizio di competenza dello stato, sul tema della vigilanza urbana ha ritenuto indicare un possibile ricorso ad istituti di vigilanza privati visti i buoni risultati ottenuti in altri comuni. Franco Nardella ha invece proposto l'utilizzo di cittadini volontari (le ronde padane?). A queste soluzioni un po' avventurose si contrappone il discorso di Gabriele Rigoni che vuole trovare nel miglioramento del coordinamento tra le varie forze di sicurezza presenti nel territorio una risposta efficace al problema. A questo proposito dichiara di aver già positivamente avviato un primo contatto. Più politico ci è parso l'intervento degli altri candidati.Fidenza: i candidati sindaco si confrontano sulla cittàNel suo intervento del Presidente APLA Confartigianato delegazione Fidenza, Roberto Sassi ha introdotto come tematiche di discussione la riduzione dei tributi a carico delle imprese e la necessità di favorire la partecipazione delle piccole imprese locali  nelle gare di appalto.Sul primo punto Francesca Gambarini ha decisamente dichiarato che è sua intenzione contenere l'imposizione locale attraverso alcuni risparmi: riduzione drastica dei dirigenti, eliminazione della figura organizzativa del direttore generale e utilizzo di Palazzo Porcellini per gli uffici oggi sistemati in locali in affitto o locazione.Più cauti gli altri candidati che hanno fatto presente che i Comuni oggi, volenti o nolenti, sono dei semplici esattori di imposte decise a livello centrale senza reale spazio di manovra tenendo presente che l'attuale tassazione locale è al livello tariffario minimo. Gabriele Rigoni si è più concentrato sul secondo punto, quello degli appalti e delle forniture, individuando come compito del comune quello di favorire ed incentivare forme di intese tra imprese locali per renderle competitive. Emerge qui quel qualcosa in più che gli è consentito dalla sua esperienza di imprenditore.A seguire l'intervento del Presidente ASCOM Confcommercio delegazione Fidenza, Stefano Calza, che introduce altre tematiche di discussione: rilanciare le attività nel centro storico, migliorane l'accessibilità e la possibilità di sosta (parcheggi), nel suo intervento ha esemplificato anche provvedimenti di miglioramento possibili  a costo zero.Esordisce fra i candidati Francesca Gambarini che indica la necessità di rivedere in modo integrale la viabilità cittadina, l'eliminazione delle righe blu e il completamento del parcheggio Guernica (una volta era un giardino e ce lo potevamo permettere). Francesca vede anche con favore restrizioni nelle aperture del centro commerciale outlet. Andrea Massari in pratica si limita ad attribuire a se i meriti di passate scelte: parcheggio diffuso in varie aree cittadine. Gabriele Rigoni ricorda che è in corso di costruzione il raddoppio del maxi-parcheggio di via Marconi che dovrebbe risolvere molti problemi. Giovanna Galli più semplicemente dice che la soluzione di molti problemi del centro è già nella testa degli operatori, basta sentirli e lei l'ha fatto.Il Presidente Confesercenti delegazione Fidenza (Giorgio Vernazza), interroga poi i candidati circa le iniziative in corso che non sempre hanno portato ai risultati sperati, riferendosi poi al centro commerciale Naturale sulla cui validità comunque sembrano non esservi dubbi, introduce poi l'argomento della incentivazione delle nuove iniziative imprenditoriali giovanili.Ma è sul tema dell'eccesso burocratico introdotto da Massimo Caprari, CIA imprese di Parma.Fidenza: i candidati sindaco si confrontano sulla cittàAndrea Massari scopre che ci sono più di 60 regolamenti comunali dimenticando di esserne il coautore. Così come sorprende la spinta a sburocratizzare strutture elefantiache (ufficio tecnico, dirigenze) anche queste create in tempi sospetti per quanto lo riguarda. La promessa è poi questa "nei primi 5 mesi proporrò 10 consigli comunali con il solo scopo di delegiferare".Non sono mancate promesse di ridurre la burocrazia creando altre figure organizzative eventualmente di coordinamento ma questo in realtà aggraverebbe il problema, speriamo vengano dimenticate.Più convincente Gabriele Rigoni nell'affermare che applicherà alla burocrazia le stesse cure dimagranti che ha sperimentato nelle sue imprese.Questo non è tutto ma i candidati hanno altri modi per spiegarsi senza dipendere dalle mie note.(Ambrogio Ponzi)http://feeds.feedburner.com/BlogFidentino-CronacheMarziane

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :