Magazine Libri

Film: Mi chiamo Sem

Da Maurizio Lorenzi

Film: Mi chiamo SemLa trama. Sam Dawson, un uomo sulla quarantina costretto a crescere sua figlia da solo poiché la mamma della bambina li ha abbandonati, soffre di un ritardo mentale che non gli permette di essere alla pari con le altre persone. Le abilità del suo cervello sono quelle di un bambino di sette anni. Nonostante ciò la loro vita è normale, fatta di un affetto sincero e di un’intesa tra padre e figlia che è fuori dal comune. Sam è aiutato in questo dai suoi amici e colleghi finché una sera non viene portato in caserma per quello che viene scambiato come un tentativo di adescamento di una squillo. Successivamente, durante la festa a sorpresa per il settimo compleanno della bambina gli assistenti sociali la portano via, anche per effetto di un episodio di cattiveria di un bambino invitato alla festa. Così Sam è costretto a cominciare una battaglia legale per l’affidamento. Dopo numerose pressioni, riesce a convincere Rita Harrison a diventare il suo avvocato, e questa storia si trasforma. Sam cambia, e fa cambiare la spregiudicata professionista, tirando fuori la sua sensibilità e la sua dignità.

Giudizio. Il film è molto forte e basa sull’emotività ogni suo ciak. Difficile, durante la visione, non farsi coinvolgere e restare indifferenti, senza fare il tifo per il più debole, ovvero Sem. Grande l’interpretazione di Sean Penn, poliedrico stakanovista delle pellicole. Film da vedere, se non altro per farsi un’idea su alcune vicende, drammaticamente reali, ma attenzione: la visione è intimamente impegnativa. Consigliato.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Mi sono innamorata

    sono innamorata

    Joseph Leonard Gordon Levitt Cioè, non è una cosa nuova: gli voglio bene già da tempo: già da 500 days of Summer e poi Inception e poi un sacco di altre robe... Leggere il seguito

    Da  Micamichela
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI
  • Mi chiamo Federico

    chiamo Federico

    Mi chiamo Federico, ma potrei chiamarmi Alessio o Francesca. Sono uno dei tanti ragazzi che alcuni compagni definiscono “diversi”. Io sono grasso, lo sono da... Leggere il seguito

    Da  Tabulerase
    FAMIGLIA, RACCONTI, SOCIETÀ, SOLIDARIETÀ, TALENTI
  • La Thailandia mi chiama. Mi aiutate?

    Thailandia chiama. aiutate?

    Esattamente tra 11 giorni, a quest'ora, sarò su un volo diretta a Phuket, Thailandia. Il perché di questo viaggio? No, nessuna vacanza, ahimè. Si va a... Leggere il seguito

    Da  Sorelleinpentola
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Mi dice.

    dice.

    Vedo il dilatar di occhi su un viso color terra,ma, tranquilli di uno che invano cercadi lavarmi i vetri dell'auto.Frammenti di speranze a spasso nel... Leggere il seguito

    Da  Costantino Posa
    POESIE, TALENTI
  • [film] Chronicle

    [film] Chronicle

    Ovvero quando un mockumentary entra nella storia.Non tutti gli eroi sono super!Il film di Johs Trank è ottimo.Il miglior mockumentary che ho visto. Leggere il seguito

    Da  Sam
    LIBRI
  • Mi piace

    piace

    Permettetemi di gioire un attimo anche qui con voi. Il motivo è molto futile, ma per me è una soddisfazione vedere che, questo pomeriggio, la pagina di... Leggere il seguito

    Da  Spiaggepiubelle
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • I pirati e le bambine“ C’è un paese molto piccolo che sem...

    pirati bambine“ paese molto piccolo sem...

    I pirati e le bambine Giulia e il pirata John Burningham, Come away from the water, Shirley,Red Fox Leggere il seguito

    Da  Zazienews
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI