Magazine Economia

Fondi Hedge in crisi

Creato il 22 settembre 2010 da Lamiaeconomia
Novità: Corsi individuali di trading azionario e cfd,ora anche senza muovervi da casa. Nuovo servizio, spia il trader..... mandami una mail a [email protected] per sapere come fare!!!!!!!
Circa il 20% degli hedge funds presenti attualmente in tutto il mondo potrebbe essere liquidato entro il primo trimestre del prossimo anno: un dato in crescita rispetto a quello degli ultimi due anni (fermo al 15%). A sostenerlo è uno studio effettuato da Merrill Lynch (istituto di proprietà di Bank of America), nel quale si specifica che i più a rischio sono quei fondi che gestiscono portafogli di valore inferiore a 100 milioni di dollari. Circa il 93% dei 9,5 miliardi di ricavi netti che ha centrato l’industria sono stati appannaggio dei manager che controllano asset per oltre 5 miliardi.
«Per questo nei prossimi mesi è probabile che si registreranno significative chiusure, che potrebbero arrivare a colpire un fondo su cinque, specialmente le realtà più piccole, che presentano performance piatte e non possono contare su sufficienti flussi di capitali», ha spiegato Justin Fredericks, esperto del settore, in un’intervista rilasciata pochi giorni fa ad Hong Kong. Proprio per questo, comunque, non ci si aspetta impatti troppo cruenti sull’industria nel suo complesso: i fondi speculativi che gestiscono meno di 100 milioni sono circa il 53% del totale, ma “valgono” solamente l‘1,7% del settore.
Quest’ultimo (che conta nel mondo circa 7 mila società), gestiva complessivamente 1.650 miliardi di dollari alla fine dello scorso mese di giugno: un dato in crescita di 23,3 miliardi rispetto alla fine del 2009. Globalmente, gli hedge hanno garantito un ritorno dell‘1,65% quest’anno, secondo i dati forniti dalla Hedge Fund Research Inc.: si tratta del terzo peggior risultato annuale da quando le performance sono monitorate, ovvero dal 1990.
Dott Fabio Troglia
fab[email protected]
www.lamiaeconomia.blogspot.com

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine