Magazine

For a munnezz. Morto un altro fascista

Creato il 09 novembre 2010 da Radicalelibero
For a munnezz. Morto un altro fascista

In primo piano, Massera

A volte sembra che li voglia nemmeno il Padre Eterno. Graziati dalla giustizia, glorificati dall’uomo, innalzati dal potere. La feccia fascista fatica a morire, come una gramigna, come l’erbaccia. E il popolo stenta a reperite il diserbante. Poi arriva il momento in cui non li salva veramente più nessuno.

Emilio Massera (Massera, non Misseri, per carità…) aveva appena compiuto 85 anni. Troppi agli occhi delle vittime, troppo pochi, forse, a quelli dei carnefici. Lo celebreranno, probabilmente, ancora una volta. I funerali, ben lungi dall’incerirne la memoria, lo consegneranno alla storia. Golpista della peggior razza. Cinque anni al potere. Cinque anni DI potere. Non suo, ovviamente. Di riflesso. E, per questo, senza legacci convenzionali, con la licenza di far male, di sporcarsi di sangue personalmente i bianchi guanti da generale. Videla il suo sommo capo. Testa di un corpo nero, guida del beffardissimo Processo di Riorganizzazione Nazionale. Ovvero, la fascistizzazione post peronista.

Fascista, mica solo golpista. Lui, e non altri, stette a capo della Escuela de Mecanica de la Armada. Che di scuola non aveva nulla, se non un nome nell’acronimo. Fu, anzi, il peggior centro di detenzione, di tortura, di sevizie, di violazione dei diritti umani dell’Argentina negli anni del videlismo. Passarono di lì non i criminali comuni, i ladri, gli assassini. Bensì, gli oppositori al regime. Fu lui a volere la tortura e la morte di centinaia di comunisti ostili a Videla.

Gran faccia tosta. Nel 1983, caduto il Regime, si candidò alle elezioni. Ma, guarda te come ruota la giustizia e quanta meschinità c’è negli intenti, fu inquisito ed arrestato. Non già per i fatti della ESMA, ma per aver ucciso il marito della sua amante. Ci vollero due anni di ridicolaggini, prima che venne giudicato colpevole per ciò che, effettivamente, sarebbe dovuto esser giudicato colpevole: violazione dei diritti umani. Condannato all’ergastolo, degradato con infamia dall’esercito, fu clamorosamente liberato dal furore amnistiaco del presidente Menem nel 1990. Per fortuna la Storia non si arresta di fronte allo scoglio umano. Così, otto anni dopo (otto!) fece ritorno in carcere. Capi d’accisa: fucilazioni illegali, sparizioni, assassinii, torture, detenzioni illegali in campi di concentramento e sterminio, sequestri di minorenni e lanci di prigionieri vivi nell’oceano. In perfetto stile sudamericano. Colpito da aneurisma, viene scarcerato nel 2004 e tutte le richieste di estradizione sono negate.

C’è solo un piccolo particolare che ci sfugge. Emilio il sanguinario è nella lista di Gelli, quella degli iscritti alla P2. Come Silvio Berlusconi. Ciò significa che in Italia sarebbe a Capo del Governo?



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Cartellino giallo per il morto!

    Cartellino giallo morto!

    In una recente partita del campionato di calcio croato un giocatore è crollato al suolo e l'arbitro ha prontamente tirato fuori il cartellino giallo per... Leggere il seguito

    Da  Splatterpostino
    CURIOSITÀ
  • L'attore di "Arnold" è morto

    L'attore "Arnold" morto

    29 maggio 2010 Fatale gli è stata la caduta di mercoledì scorso che ha battuto violentemente la testa. Subito dopo la caduta l'attore, Gary Coleman, di 42... Leggere il seguito

    Da  Ovverosia
    SERIE TV
  • Il Gianicolo è morto

    Gianicolo morto

    Le immagini del Pincio devastato dai barbari bruciano ancora, ma già è tempo di tornare a indignarsi per un nuovo ancor più grave episodio vandalico. Leggere il seguito

    Da  Riprendiamociroma
    ECOLOGIA E AMBIENTE, SOCIETÀ
  • DIO è morto.

    morto.

    Lo so che il titolo del post era scontato, e che gli appassionati di Heavy Metal e Rock già lo avrannno saputo, ma volevo comunicare che è morto Ronnie James... Leggere il seguito

    Da  Cbm
    CULTURA, MUSICA
  • Lost è morto. Viva Lost?

    Lost morto. Viva Lost?

    Duello al soleM - C’era una volta un’isola misteriosa, pulsante e vitale. Che fine ha fatto quell'isola? miserabondo è il fallimento artistico della serie... Leggere il seguito

    Da  Pianosequenza
    SERIE TV, TELEVISIONE
  • Giulio è morto

    . Una sensazione di leggero stordimento, di straniazione, quasi di angoscia mi frulla in corpo. Ma non è per lui. E’ a causa della "vibration" che gli abbiamo... Leggere il seguito

    Da  Gianbarly
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • E' morto un bischero

    morto bischero

    tapin, tapun,all'ospedaletapin, tapun,senza le baletapin, tapun,senza i marontapin, tapun;...e dietro al feretrotapin, tapun,quattro puttanetapin, tapun,senza l... Leggere il seguito

    Da  Gps
    POLITICA, SOCIETÀ