Magazine Cinema

Fright night

Creato il 29 agosto 2011 da Veripaccheri
Fright night
Charley è un ragazzo alle prese con i problemi della sua età: ragazze di cui innamorarsi ed una reputazione da costruire evitando di frequentare amici poco cool. La misteriosa sparizione di quest’ultimi ed il contemporaneo arrivo di un inquietante vicino lo trasformeranno in un novello Van Helsing.

Girato con la sobrietà di mezzi che si conviene ad un prodotto le cui ambizioni sono legate al passaparola ed allo sfruttamento home video, Fright Night assomiglia ad un teen ager movie per la presenza di tutti quegli elementi, la sfrontatezza di un ambiente scolastico con le sue dinamiche di odio ed amore, di conformismo e diversità, la guerra dei sessi intesa come conquista della bella di turno ed anche un dose di malinconia fornita dall’immancabile presenza nerds, che da sempre lo caratterizzano, se non fosse per la componente horror rappresentata da Jerry, il vampiro interpretato, con poco fascino e molta cattiveria, da Colin Farell. In realtà, pur nella costante di questo dualismo, la storia del giovane Charley obbligato a crescere in fretta per poter difendere le persone che ama, altro non è che il solito percorso di iniziazione alla vita di un personaggio che fino ad allora l’aveva soltanto sognata. Così, se all’inizio lo stesso si dimostra piuttosto insicuro tanto con l’avvenente vicina di casa, che lo snobba a favore dell’inquietante vampiro, quanto con la propria ragazza, costretta a rimandare la fatidica prima volta, mano a mano che la vicenda si dipana, questa tendenza lascia il posto ad una scoperta di sé (la decisione di trasformarsi da preda a cacciatore) e del mondo (soprattutto della sua parte più malvagia) capace di trasformarlo in un uomo vero (indicativa l’ultima scena con il protagonista finalmente disinvolto ed intento ad amoreggiare con la sua amata). Il tutto condito con la giostra di spanventoveli espedienti legati alla cultura filmica del genere.

Tra Disturbia, altro prodotto Dreamworks di cui replica il rapporto di wojeurismo sul tipo de la finestra del cortile, e lo scetticismo che circonda la scorcentante scoperta di Charlie, Fright Night è in realtà il remake di un film degli anni 80, Ammazzavampiri di Tom Holland per l’appunto, di cui invero non si sentiva la mancanza. Nondimeno si confà a questo scampolo di calura estiva per la voglia di aria condizionata e di disimpegno che spesso quest’atmosfera porta con sé.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Fright Night - Il vampiro della porta accanto

    Craig Gillespie “Ammazzavampiri” (“Fright Night”) di Tom Holland è stato un cult minore dell'horror anni '80, pieno di intelligenza e umorismo, con ottimi... Leggere il seguito

    Da  Giorgioplacereani
    CINEMA, CULTURA
  • Fright night

    Fright night

    Regia: Craig GillespieOrigine: UsaAnno: 2011Durata: 106'La trama (con parole mie): Charley vive con la madre in un sobborgo di Las Vegas, la tipica cittadina... Leggere il seguito

    Da  Misterjamesford
    CINEMA, CULTURA
  • Fright Night, il vampiro della porta accanto

    Fright Night, vampiro della porta accanto

    When a teenager learns that his next door neighbour is a vampire, no one will believe him. Dal 26 agosto (pochi giorni dopo la release americana) al cinema... Leggere il seguito

    Da  Alessandraz
    CULTURA, LIBRI
  • Fright Night

    Fright Night

    Ieri ho visto Fright Night, che prima della Mostra di Venezia non impegna troppo, rifà fedelmente un film degli anni '80, tanto per non disperdere la moda dei... Leggere il seguito

    Da  Robomana
    CULTURA
  • Fright Night

    Fright Night

    Trama di Fright Night Il giovane Charlie Brewster, ex nerd con la passione per i film horror la cui vita sociale è stata da poco stravolta dal rapporto con la... Leggere il seguito

    Da  Fant
    CULTURA, LIBRI, SERIE TV, TELEVISIONE
  • Wuthering Fright by H P Malloy

    Wuthering Fright Malloy

    HP Mallory è una fan di Jane Austen e di Karen Marie Moning e un’appassionata di libri sui fantasmi e film horror. Inizia a scrivere seriamente quattro anni... Leggere il seguito

    Da  Nasreen
    CULTURA, LIBRI

Magazines