Magazine Cucina

Gamberoni scottati con sale aromatico su crema fredda di carciofi e mortadella

Da Matteoghigino
GAMBERONI SCOTTATI CON SALE AROMATICO SU CREMA FREDDA DI CARCIOFI E MORTADELLA
Cosa succede quando dei semplici gamberoni scottati vengono aggiunti ad un innovativa crema di carciofi e mortadella? Quello che spero proverete tutti...un mix di sapori che unisce il gusto leggero del gamberone a quello saporito e leggermente violento dei carciofi che frullati con la mortadella, danno al palato,il ricordo che i sapori di mare e terra possono unirsi in modo fantastico in una ricetta. GAMBERONI SCOTTATI CON SALE AROMATICO
SU CREMA FREDDA DI CARCIOFI E MORTADELLA

Tipologia: Secondo
Difficoltà: Medio\Facile
Tempo: 30min.

Ingredienti per 4 persone:

100gr di sale grosso
100gr di fettine di mortadella con arachidi
12 Gamberoni (meglio se mazzancolle)
4 carciofi medio\grandi
2 cucchiai di pepe in grani
2 cucchiai di rosmarino in foglie (meglio se fresco)
2 Limoni
1 Spicchio d'aglio
1 Cucchiaio di parmigiano gratuggiato
Q.b di olio extra vergine
Q.b di sale e pepe
Procedimento:
Pulire i carciofi tagliarli in 4 eliminando la parte centrale legnosa
e lasciarli in una ciotola con acqua e il succo dei limoni.
Frullare il sale grosso con il pepe in grani ed il rosmarino
fino a farlo diventare abbastanza fine.
Scottare i carciofi in padella con un filo d'olio extra vergine.
Frullare i carciofi e la mortadella aggiungendo olio extra vergine a filo in modo
da creare una crema non troppo oleosa e pesante.
Aggiungere l'aglio e il parmigiano grattugiato.
Pulire la coda dei gamberoni senza staccare la testa e la parte inferiore della coda.
Ungerli con olio extra vergine e schiacciarli una volta per parte nel piatto contenente
il sale aromatico.
Scottare i gamberoni 2 minuti per lato in una padella antiaderente ben calda.
In ogni piatto mettere 2 cucchiai di crema di carciofi e mortadella e i gamberoni ancora caldi
aggiungere un filo di olio a crudo.
Decorare con cialda di formaggio (facoltativo)

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :