Magazine Diario personale

Gatti e pappa: meglio se calda

Da Annarellina
Gatti e pappa: meglio se calda Nella somministrazione della pappa a un gattola temperatura del cibo è un fattore determinante. Molti gatti non amano il cibo quando è troppo freddo. UNA PAPPA A TEMPERATURA AMBIENTE I gatti di solito preferiscono cibi poco cotti e serviti a temperatura ambiente ai cibi crudi e freddi. Il cibo freddo non profuma come quello caldo. L’odore più invitante lo renderà anche più appetibile. Un cibo caldo è inoltre più digeribile. I gatti non amano dividere il proprio cibo in poche e abbondanti razioni ma consumarne piccole quantità più volte durante il giorno e la notte. Lasciare il cibo sempre a disposizione non è però possibile se si utilizzano alimenti umidi, che si ossidano e si degradano rapidamente. Per questo le porzioni non utilizzate andranno conservate in frigorifero madovranno poi essere somministrate agli amici felini alla temperatura loro gradita. Il cibonon deve essere mai servito appena tolto dal frigorifero. Va lasciato riscaldare a temperatura ambiente prima di essere messo nella ciotola oppure deve essere leggermente riscaldato in maniera da ricordare al gatto la temperatura di una preda fresca appena catturata.
Gatti e pappa: meglio se calda
COME RISCALDARE LA PAPPA Per riscaldare la pappa potete metterla in contenitori di plastica (box o sacchetti) e poi immergerla in acqua molto calda per un breve lasso di tempo. Oppure è possibile intiepidirla in una piccola padella con una minima quantità di acqua rigirandola di frequente fino a quando raggiunge la corretta temperatura. Solo nel caso in cui abbiate poco tempo la pappa può essere riscaldata in un forno a microonde facendo attenzione a non eccedere con il minutaggio (in genere mai oltre i 30 secondi) perchè poi non diventi troppo calda. Una pappa troppo cotta perde inoltre tutti i suoi nutrienti. Alcuni proprietari preferiscono aggiungere direttamente nella ciotola una leggera quantità di acqua tiepida da mischiare al cibo.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :