Magazine Cucina

Giardiniera del mio orto

Da Monia
GIARDINIERA DEL MIO ORTO  
La scorsa estate il mio orto mi ha regalato una miriade di verdure fresche , saporite , colorate ; ma ne ha fatte talmente tante che ogni sera quando rientravo dal lavoro e mi dedicavo un ora al mio orto scacciapensieri , rientravo a casa con ceste stracolme di ogni prelibatezza ; zucchine , carote , pomodori , sedano , cipolle , piselli , fagiolini , cetrioli , peperoni e chi più ne ha più ne metta . Allora non ho potuto esimermi dal conservarle nel modo più classico ma anche più gustoso che ci sia . Ho fatto circa 30 barattolini di giardiniera . Il procedimento è molto semplice , il tempo lo si spende di più nel lavare la verdura e prepararla a piccoli pezzi . La verdura , come avete ben , capito può essere di qualsiasi tipo e qualità ; l'importante è ricordare bene le dosi per non trovarsi una giardiniera troppo forte di aceto oppure troppo debole . Per circa 1 chilo e mezzo di verdure occorrono 2 litri di aceto e mezzo litro di acqua , una bella manciata di pepe nero in grani , qualche foglia di alloro , 4 cucchiai di sale grosso e 4 cucchiai di zucchero di canna . Dobbiamo fornirci di un bel tegame capiente a sponde alte , di quelli che si adoperano per le conserve , le marmellate , la passata di pomodoro per intenderci . Si inserisce l'aceto e l'acqua e si porta ad ebollizione . Quando bolle si buttano tutte le verdure già lavate e spezzettate e le si lasciano per circa 10 minuti . Non di più perché le verdure devono rimanere belle croccanti per dare un risultato ancora migliore . Insieme alle verdure nell'aceto si uniscono anche il sale , il pepe , l'alloro e lo zucchero . Passati i dieci minuti si toglie dal fuoco , si scolano le verdure e le si lasciano raffreddare un po in un colino perché si scolino bene dal loro liquido di cottura . A questo punto si possono invasare in tanti barattolini che andranno poi rimboccati con un po dell'aceto di cottura , qualche grano di pepe , una fogliolina di alloro e per terminare con un po di olio extra vergine di oliva . Secondo me così vengono molto più delicate e profumate rispetto che a riempire il vaso completamente con l'aceto . Si chiudono e si mettono a sterilizzare in un altra capiente pentola con acqua che passi sopra i coperchi dei vasi , sul fuoco a bollire per almeno 30 minuti e lasciati raffreddare nella loro acqua dentro la pentola . Se mettete alcune pagine di giornale sopra i coperchi rincalzandole all'interno della pentola si ha una maggiore garanzia che la pastorizzazione del vasetto riesca . E' importante poi controllarli uno ad uno toccando il sopra del coperchio , se non muove e non si sentono bolle , significa che è chiuso bene ed è pronto per essere conservato . Pensate che  ora , in pieno inverno , mi sto gustando la mia giardiniera che mi riporta alle assolate giornate d'estate e mi fa sognare un po . E' ottima in abbinamento con il bollito , o come antipasto insieme a degli affettati misti oppure anche tritata unita a dell'ottima maionese fatta in casa e ad una punta di peperoncino e spalmata come salsa su dei crostini o dentro dei tramezzini . Insomma si può utilizzare in tantissimi , gustosissimi e freschissimi modi .  Questa ricettina è da prendere e mettere da parte per la bella stagione che sta arrivando quando ci donerà tutti i suoi profumati e preziosi frutti .  


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines