Magazine Società

Giornata mondiale del rene

Creato il 10 marzo 2011 da Harlan1985
Giornata mondiale del rene
Tutto comincia per caso: vai a fare un controllo per tutt'altro motivo e ti trovano gli indici di funzionalità renale alterati. Tu non ci credi, stai benissimo, mai avuto problemi a fare pipì, eppure non ci sono dubbi. Ulteriori esami confermano la diagnosi: i tuoi reni funzionano male, malissimo, l'alterazione è ormai irreversibile. La strada è tracciata: devi iniziare subito la dialisi, in attesa che qualcuno muoia e ti doni il suo rene. Tu sei distrutto, non riesci ad accettarlo, perché stai bene. Hai quarant'anni, vai in palestra tutte le settimane, scoppi letteralmente di salute. Sei malato: perché non stai male?
All'epoca del corso di nefrologia fu una delle cose che mi sconvolsero di più: i reni, quando soffrono, raramente si lamentano. Sembra incredibile ma è così. Forse in questo il nostro organismo è un po' difettoso: un dolore renale che segnali eventuali problemi nelle fasi più precoci sarebbe davvero utilissimo, perché il rene è un organo indispensabile, e trascuratissimo. La gente sa quanto sia importante il cuore, i polmoni, il fegato, ma del rene non sa quasi niente. È l'organo che fa fare pipì, e nient'altro. Invece ha un sacco di compiti: tramite il controllo dei liquidi nel nostro corpo tiene a bada la pressione sanguigna, ne regola l'acidità e molto altro. E lo fa con una precisione e una dedizione incredibili. Si fa un mazzo così e nessuno glielo riconosce fino in fondo. È un peccato, non trovate?
Vi dico queste cose perché oggi è la giornata mondiale del rene. In molte piazze specialisti nefrologi offrono un controllo gratuito della pressione e un esame delle urine, oltre al massimo dell'informazione. Dato che il rene è un organo che non fa male, la prevenzione è fondamentale, e due strumenti semplicissimi come il controllo della pressione e l'esame delle urine danno un sacco di informazioni utili a rilevare eventuali anomalie ad uno stadio precocissimo. Tanto per smentire clamorosamente chi reputa le tecniche di prevenzione e di screening uno spreco di tempo e soldi: costa di più un esame delle urine o un trattamento dialitico destinato a durare anni, in attesa di un trapianto che comporta l'assunzione di farmaci da centinaia di euro a flacone?
Una corretta prevenzione e un'informazione sanitaria adeguata evitano tantissimi problemi e malintesi: ecco perché giornate come queste sono utili. E non pagate nemmeno il ticket: perché non approfittarne?

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine