Magazine Cultura

Gōng, Si

Creato il 13 novembre 2013 da Enricobo2
Gōng, SiIl rapporto tra pubblico e privato è forse un punto comune di tutte le civiltà. Anche quella cinese ha in sé questa dicotomia inestricabile. Vediamo come la risolve in termini linguistici. Il carattere originario (Si) che significava Privato è quello che vi ho riportato all'inizio senza i due segni superiori (che significano Divisione dando quindi Gong - Pubblico). Rappresentava un baco da seta che sta per imbozzolarsi, con un opercolino ancora aperto, un attimo prima di chiudersi in se stesso. Niente di più emblematico per illustrare il concetto di: privato, separato, particolare, egoista. Nella scrittura moderna per dare chiarezza al concetto di Privato,  si aggiunge il segno di Grano, ottenendo l'ideogramma 私- sī, più completo. Infatti un tempo i contadini pagavano le tasse con il grano (si arriva sempre ad un problema di tasse) che diventava quindi un bene pubblico, dunque privato era il quantitativo di cereale che si riusciva a tenere per sé. Ma la politica condiziona tutto, anche la lingua dunque oggi, questa parola ha assunto un significato anche negativo: da Privato a Personale, Egoistico fino a Illecito, Illegale (l'eredità concettuale del Maoismo è ancora molto presente anche nella pragmatica Cina di oggi). 
In contrapposizione, Pubblico, Comune - 公 gōng è bene (a parte il fatto che oggi sembra la nuova tendenza dell'economia neokeynesiana che sta facendo proseliti anche nel nostro mondo liberista) e significa anche Giusto, imparziale, Equo ed anche curiosamente Maschio (eheheehehe). Ecco anche nei composti, che abbiamo ad esempio la parola 公安  gōng ān, letteralmente Pubblica Pace che vuol dire Pubblica Sicurezza, Polizia. Tuttavia questo concetto del non volersi aprire agli altri rimane dunque per la mentalità cinese, un concetto di negativa grettezza, come viene rimarcato in 自私 - zì sī , dove, per completare il concetto di egoismo si aggiunge a Privato il segno che significa Se stesso. Il rischio di coloro che per paura di aprirsi agli altri finiscono per ritrovarsi soli è racchiuso proprio in questa massima cinese: " Tessere il proprio bozzolo e restarvi imprigionati".
Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:
Anche in Cina non si ride.Ecologia.
Cornuti e contenti.Fibra d'amianto.Ammassi.Xiu wai 

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Traduttori si è

    Traduttori

    Pubblicato da Irene Sorrentino Mi sono laureata in Lettere all’Università di Helsinki presso il Dipartimento di Lingue moderne e lavoro da circa due anni come... Leggere il seguito

    Da  Alessandraz
    CULTURA, LIBRI
  • Si ricomincia!

    ricomincia!

    Molti di voi mi hanno chiesto che fine avessi fatto. Cioè molti, alcuni. Cioè alcuni, mia mamma. Poi l’ho richiamata, adesso è tutto a posto, grazie. Comunque... Leggere il seguito

    Da  Lucalo
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Si ricomincia...

    ricomincia...

    Conferenza Stampa di presentazione, alla Stampa ed agli addetti ai lavori, della 29a Stagione del Teatro in Dialetto Triestino organizzata da "L'Armonia":... Leggere il seguito

    Da  Icocaits
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • Lettori si nasce o si diventa?

    Lettori nasce diventa?

    Lo scorso luglio ho letto con interesse i post di Daniele Bergesio, Simona Scravaglieri ed Elena Tamborrino dedicati a un tema su cui pedagogisti, insegnanti e... Leggere il seguito

    Da  Leultime20
    CULTURA, LIBRI, TELEVISIONE
  • Si ricomincia!

    ricomincia!

    A cosa serve la pausa estiva? Si possono dare una infinità di risposte ciascuna con la pretesa di essere la verità, a volte amara e triste, a volte allegra e... Leggere il seguito

    Da  Paolomattia
    VIAGGI
  • Si preannuncia trasloco

    preannuncia trasloco

    Foto di Chris Waits Un due tre, tra non molto il blog migrerà su un'altra piattaforma. Per questo la pubblicazione di nuovi post si fa attendere. Ma torneremo,... Leggere il seguito

    Da  Rita Charbonnier
    ARTE, CULTURA, MUSICA
  • Si trasloca!

    E dopo tre anni passati in un affitto comunale, alla fine di questo mese, finalmente ci trasferiamo nella prima casa di proprietà della nostra vita! Leggere il seguito

    Da  Kata
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI

Dossier Paperblog

Magazines