Magazine Tecnologia

Google game Ingress – recensione Android

Creato il 13 maggio 2013 da Appledroid @LucaCimaz

google game ingress

Google play link

Google Game Ingress, questo sconosciuto.

Se tutto ciò vi sembra strano, se non avete capito di che razza di gioco possa essere, o semplicemente non avevate nemmeno capito che si trattasse di un gioco, non preoccupatevi; Google game Ingress è un’ app game che oramai in America spopola, mentre qua in Italia stentava a decollare sino a qualche settimana fa.
Sostanzialmente è la visione di Google e della sua software house – la Niantic Project – che sta tentando di lanciare un nuovo trend videoludico nel mondo delle app: mescolare il reale con il virtuale. E la linea si assottiglia ancora, perchè in questi ultimi anni si è sempre cercato (alcune iniziative partirono proprio da Google stesso) di far interagire la sfera reale con quella virtuale attraverso giochi, app, e qualsivoglia piattaforma.
Ma vuoi per il periodo, vuoi perchè il pubblico ancora non era pronto ad accogliere un cambiamento così innovativo, qualsiasi progetto veniva gettato nel dimenticatoio.

Ebbene, oggi siamo pronti per dare il benvenuto a questo gioco che promette un sacco di divertimento, a patto che ci si muova per la città. Di cosa si tratta? Ve lo spieghiamo immediatamente!

Da che parte stai? Buoni o cattivi?

Premesso che per partecipare serve un invito da chi già sta giocando o attendere un codice di attivazione, passiamo alla presentazione del gioco.

Immagina che tutto il mondo possa usare il proprio smartphone come strumento di spionaggio per conquistare i territori della propria zona; immagina di poterti schierare tra le fila dei ribelli o degli illuminati; e immagina di dover contribuire collettivamente ad avere il predominio sul mondo intero: in poche parole vi abbiamo descritto Google Game Ingress. Non appena scaricheremo l’app, dovremo richiedere un codice di attivazione (non si paga nulla!) per attivare il prodotto.

N.B: La mail potrebbe finire nello spam, controllate bene. Io stavo rischiando di cestinare il gioco ancor prima di provarlo dato che non mi era arrivato nulla.

Ad ogni modo, non appena avrai scelto la fazione d’appartenenza e superato un breve tutorial, sarà proprio da qua che comincerà il bello del gioco. Grazie alla geolocalizzazione l’app individuerà la tua posizione, dopodichè ti indicherà dei punti focali (che di solito coincidono con monumenti o chiese) da conquistare. Se l’hotspot è della fazione nemica, dovrai cercare di distruggerlo con appositi oggetti per conquistarlo; se sarà libero, dovrai cominciare a caricarlo di “resonator”,  una sorta di batteria che ricaricherà d’energia la tua fazione. Una volta conquistati, avrai la possibilità di collegare uno spot ad un altro, sempre in città, rafforzando così la tua posizione.

google game ingress gameplay

Questa è l’interfaccia grafica con cui avremo a che fare.
Piccole spie alla riscossa!

C’è di più: avremo a disposizione una chat, con la possibilità di leggere ciò che tutti gli utenti del mondo scrivono, o di ridurla nel raggio di qualche Km, giusto per capire i movimenti del nemico, o dare man forte ad un tuo compagno nelle vicinanze che non riesce a reggere da solo l’attacco.
E per finire, il clima “stealth” con la quale saremo portati a condurre le nostre azioni verrà incentivato da un comparto sonoro davvero ottimo per una semplice app,e anzi, con le cuffie ci sembrerà di essere in uno degli ultimi film di spionaggio.

Insomma, dopotutto Google non ha fatto altro che darci un’interfaccia semplice, una chat e qualche punto di interazione. Il resto lo dobbiamo creare noi.

Promosso?

Con un’app che promette uno spostamento nel trend videoludico, è di centrale importanza il GPS che, purtroppo, dà qualche problema. Difatti ci potrebbe capitare che il sistema non prenda perfettamente la propria posizione attuale, con la conseguenza di rendere impossibile l’hackeraggio di uno spot perchè apparentemente troppo lontani. In quel caso, un’opzione presente nelle impostazioni del gioco ci permetterà di ricalcolare la nostra posizione. Una soluzione che  compromette in negativo l’esperienza di gioco, ma siamo anche consapevoli dei limiti che può portare un progetto così ambizioso.

La nostra speranza è che Google game Ingress possa sostituire la concezione che al giorno d’oggi abbiamo di social game. Qua tutto il mondo ci sta giocando.

Se volete giocare anche voi, chiedetecelo con un commento all’articolo! Siamo pronti ad invitarvi!


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :