Magazine Cultura

Grande mario

Creato il 30 luglio 2012 da Renzomazzetti
Firenze, muro della tv.

Firenze, muro della tv.

Tutti lo conoscono, ogni giorno lo vedono percorrere a piedi in lungo e in largo le strade dell’abitato e della campagna: è il compagno Mario, apprezzato anche dagli avversari politici. A lui i cittadini si rivolgono per le problematiche relative alle pratiche per la pensione, dalle questioni del lavoro a quelle della pubblica amministrazione. Con competenza risponde, e, se non conosce un problema, assicura che si informa e quanto prima farà sapere: difatti, dopo due o tre giorni, non di più, ritorna portando tutte le delucidazioni con i suoi consigli. E’ un grande dirigente, comunicatore e informatore di massa: passa di porta in porta, consegna direttamente a mano il materiale con le sue spiegazioni a voce e se non trova la persona, infila lo stampato nella cassetta delle lettere. L’attività di Mario si moltiplica durante la campagna elettorale. La propaganda viene fatta con competenza nella scelta del materiale e, conoscendo la tipologia delle famiglie, ogni pezzo che viene recapitato sicuramente suscita il massimo dell’interesse. Mario da una settimana è preoccupato perché trova i suoi manifesti strappati, stranamente solo quelli affissi sul muro esterno sotto la chiesa. Un fatto del genere non era mai successo. Un bambino viene visto mentre strappa i manifesti. Mario si avvicina e sorridendo gli domanda perché strappa soltanto quelli con la scritta: vota comunista. Il bambino risponde candidamente che il padre ha detto che sono peccato. Mario, calmo e sempre sorridendo, invita il bambino a riportare al curato quanto segue: Smettila di approfittare dell’innocenza di un bambino. I manifesti non furono più strappati. (Ricordo da un racconto di Tirella).

 

I  N  V  O  L  U  Z  I  O  N  E

 

Urrah! Marx, Lenin, Stalin,

Mao Tse-Tung!

 

Evviva! Gramsci, Togliatti, Longo,

Enrico Berlinguer!

 

Viva Napolitano con Monti e Draghi,

Angela Merkel … .

 

-Renzo  Mazzetti-

 

[ Cerca: ULTIME DELLA SERA (25 luglio 2012) ]


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Periferia XXIV - Mario diceva

    Periferia XXIV Mario diceva

    Per un periodo della mia vita ho vissuto con Mario.Un tipo alto, capello lungo, occhiali sul naso ed espressione perennemente addormentata. Studiava Economia,... Leggere il seguito

    Da  Watanabe
    CULTURA
  • Grande idea

    Grande idea

    Strana. Le idee sono grandi in quanto sono attuabili, cioè in quanto rendono chiaro un rapporto reale che è immanente nella situazione e lo rendono chiaro in... Leggere il seguito

    Da  Renzomazzetti
    CULTURA, OPINIONI, SOCIETÀ
  • Il grande, grande, grande Lebowski

    grande, grande Lebowski

    La trama (con parole mie): oggi è il primo giorno d'estate. Il che significa, molto semplicemente, che sugli schermi di casa Ford si festeggia - o si è... Leggere il seguito

    Da  Misterjamesford
    CINEMA, CULTURA
  • Bravo Mario!

    Bravo Mario! Mi sei piaciuto. Mi piacevi prima e adesso mi piaci ancor di più. Ma è così, chi è bravo, nel momento difficile, dà il meglio, come si dice, porta ... Leggere il seguito

    Da  Enricobo2
    CULTURA, VIAGGI
  • Sono Mario, Mario bond

    Sono Mario, Mario bond

    Non c’è giorno che non si sia colpiti da qualche passo falso, da qualche straordinaria superficialità, da pavoneggiamenti che gridano vendetta. Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Concerto per Mario del Monaco

    Concerto Mario Monaco

    Da Fiorenza Cedolins a Daniela Dessì, i grandi della lirica si danno appuntamento allo Sferisterio il 2 agosto per ricordare Mario Del Monaco nel trentennale... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • Grande gino

    Grande gino

    Alba di Luna. Gino si sente un rivoluzionario mentre pedala per andare a ritirare il pacco con le copie del suo giornale. Il fondatore lo guarda con affettuoso... Leggere il seguito

    Da  Renzomazzetti
    CULTURA