Magazine Architettura e Design

Greenbro robot domestico risparmio energetico per concerso James Dyson Award 2010

Creato il 12 giugno 2010 da Myartistic @myartistic
Greenbro robot domestico risparmio energetico per concerso James Dyson Award 2010Greenbro, il robot domestico dedito al risparmio energetico, in corsa per il James Dyson Award 2010
Greenbro, un dispositivo robotico pensato per ridurre lo spreco energetico in ambito domestico, è una delle ingegnose invenzioni realizzate dagli studenti di design e ingegneria di tutto il mondo, in gara per la quinta edizione del James Dyson Award, il concorso internazionale di design promosso dalla James Dyson Foundation per sostenere i giovani talenti del design engineering. Iscrizioni aperte sino al 1 luglio 2010 sul sito www.jamesdysonaward.org. Arne Loermann - studente presso l’Università di Duisburg-Essen (Germania) è l’ideatore del progetto Greenbro, ispirato al tema della sostenibilità ambientale, con particolare riferimento al consumo critico di energia in casa. L’energy saving infatti non è solo una questione economica: la produzione di energia ha un forte impatto anche sull'ambiente e per questo occorre porre attenzione agli sprechi e utilizzare responsabilmente le risorse. Greenbro è un piccolo alleato domestico pensato per sensibilizzare ed educare le persone ad un razionale utilizzo delle risorse energetiche, senza sacrifici e senza rinunce al comfort, ma prestando attenzione a piccoli gesti quotidiani volti a ridurre gli sprechi. Si tratta di un ingegnoso contatore elettronico a forma sferica che ruotando su se stesso, monitora puntualmente il consumo di energia all’interno dei vari ambienti della casa, segnalando il relativo status energetico attraverso un sensore luminoso (rosa in caso di dispendio energetico, verde in condizione di energy saving) e con semplici movimenti delle tre dita meccaniche di cui è dotato. Arne e il suo progetto Greenbro ora si dovranno confrontare con la creatività e l’ingegno di centinaia di giovani design engineer provenienti da 18 Paesi a livello mondiale per conquistare un premio in denaro del valore complessivo di £20.000 (o l’equivalente nella valuta locale). James Dyson annuncerà il vincitore internazionale il 5 ottobre 2010. Nelle sue precedenti edizioni, il James Dyson Award ha messo in luce una serie di giovani talenti che si sono cimentati nella risoluzione di diverse problematiche come per esempio la realizzazione di un sistema GPS destinato ai cani guida per non vedenti, oppure una spina elettrica che all’occorrenza diventa piatta o ancora un kayak che si trasforma in tenda. Infine, il progetto Automist – vincitore del James Dyson Award 2009: un innovativo congegno salvavita che potrebbe prendere il posto dei tradizionali impianti antincendio, come indispensabile sistema di sicurezza per la casa.
Greenbro robot domestico risparmio energetico per concerso James Dyson Award 2010
Informazioni sul concorso:
- Gli aspiranti vincitori potranno caricare velocemente e facilmente filmati, immagini, schizzi di elaborazione dei propri progetti insieme alla descrizione del processo di progettazione, indicando a cosa si sono ispirati direttamente sul sito www.jamesdysonaward.org. Le iscrizioni sono aperte sino al 1 luglio 2010. - Il concorso è aperto a tutti gli studenti di design (o laureati al massimo da tre anni) che stanno studiando o hanno studiato in uno dei seguenti Paesi (18 Paesi in gara): Australia, Austria, Belgio, Canada, Francia, Germania, Olanda, Italia, Irlanda, Giappone, Malesia, Nuova Zelanda, Russia, Singapore, Spagna, Svizzera, Gran Bretagna e Stati Uniti.
- Il vincitore del James Dyson Award riceverà £10.000 (o l’equivalente nella valuta locale) in contanti per sé o da dividere con il proprio team di lavoro e £10.000 (o l’equivalente nella valuta locale) in contanti o attrezzature di equivalente valore per il dipartimento di design della propria università; infine La possibilità di visitare il dipartimento di ingegneria Dyson in Gran Bretagna o in Malesia.
Per ulteriori informazioni:Cohn & Wolfe - Eliana Bertrand
Tel 02 20239343; e-mail: [email protected]

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :