Magazine Tecnologia

Hands-on: Matrix VR, tutti come Neo grazie a Oculus Rift

Creato il 08 ottobre 2014 da Oculusriftitalia

Matrix VR

Quale migliore modo di provare la realtà virtuale se non quello di avventurarsi dentro Matrix? Un gruppo di appassionati ha probabilmente pensato la stessa cosa e ha sviluppato un’applicazione chiamata Matrix VR per Oculus Rift, che permette di rivivere i momenti più significativi del celeberrimo film.

Sicuramente un’idea interessantissima che noi di Oculus Rift Italia non potevamo lasciarci scappare, ragione per cui ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo provato la demo del gioco per voi.

Matrix VR 3

Inizierete il vostro viaggio all’interno della ben nota stanza bianca a fianco di Morpheus, che vi spiegherà in cosa consiste Matrix, riprendendo piuttosto fedelmente gli avvenimenti della pellicola originale. Dopo aver ascoltato le sue parole potrete ispezionare il televisore accanto a lui, grazie al quale sarete in grado di scegliere quale sequenza rivivere in tutto lo splendore della VR.
Gli scenari selezionabili non sono moltissimi, ma sono sicuramente tra i più noti: la sessione di salto sui grattacieli, lo scontro con l’Agente Smith sul tetto, e la sequenza finale.

Graficamente è buono ma non fa gridare al miracolo, i modelli dei personaggi sono tutto sommato ben fatti e fedeli agli attori, mentre la cura degli scenari soffre di alti e bassi, soprattutto negli sfondi, meno dettagliati rispetto agli elementi in primo piano.

Matix VR 4

Per quanto riguarda l’interattività, c’è sicuramente spazio per migliorare.

Mentre la sessione di allenamento sui grattacieli consiste nell’eseguire un semplice salto con rincorsa, in quella in cui si devono schivare i proiettili dell’agente Smith si richiede semplicemente di ruotare la telecamera o muovendo il visore o usando le levette del joypad, anche se l’utilizzo del Rift non è parso troppo intuitivo o comodo. Peccato, perché l’input fornito dal movimento della testa regala sicuramente una maggiore immersione rispetto ai controlli tradizionali.

Discorso leggermente diverso per quanto riguarda la sequenza finale, in cui ci si ritrova immobili nel mezzo di un corridoio intenti a bloccare i proiettili che vengono lanciati contro di noi semplicemente muovendo il visore e puntando il mirino a schermo contro di essi.

Matrix VR 5

Va comunque tenuto conto che si tratta di un progetto in fase di sviluppo, e nonostante queste imperfezioni tecniche la buona volontà c’è e si vede. Con le dovute migliorie potrebbe diventare una fedele versione interattiva del lungometraggio firmato dai fratelli Wachowski.

Nel caso vogliate dare un’occhiata più approfondita a Matrix VR vi lasciamo il link alla pagina del progetto.

P.S.: Un consiglio, se soffrite di vertigini pensateci bene prima di provare la sessione di salto!


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog