Magazine Arte

Hans Ruedi Giger

Creato il 13 maggio 2014 da Wsf

hr_giger_desktop_1200x808_wallpaper-179171_jpg_960x540_crop_upscale_q85

 

hr-giger-photo-annie-bertra

Artista poliedrico (spaziava dalla grafica alla scultura alla pittura) di ispirazione surrealista, ha lavorato nel mondo del cinema creando effetti speciali per franchise come Alien, Darkseed e Specie Mortale (oltre che alcuni design per Dune). È stato responsabile, assieme all’italiano Carlo Rambaldi, della genesi della creatura di Alien di Ridley Scott: un lavoro per il quale ha ottenuto l’Oscar agli effetti speciali nel 1980.

Figlio di un farmacista, diventa presto affascinato dal bizzarro e dal movimento surrealista. Dopo aver studiato design industriale e arti applicate a Zurigo, inizia a esporre illustrazioni e dipinti in Svizzera, realizzati a olio e soprattutto ad aerografo, tecnica che gli permette di realizzare effetti molto realistici soprattutto nel definire dettagli anatomici e meccanici dai quali è molto affascinato se non ossessionato: crea infatti i biomeccanoidi, esseri che fondono meccanismi e carne. La sua estetica mescola elementi terrificanti, onirici ed estremamente sensuali, diventando un vero punto di riferimento per l’iconografia fantascientifica e non solo.

Nel 1977 pubblica la monografia Necronomicon, una delle sue pubblicazioni più note. Due anni dopo viene coinvolto nella realizzazione di Alien, produzione per la quale progetta assieme a Carlo Rambaldi la creatura aliena: l’anno successivo vince l’Oscar. Collabora al design dei successivi sequel, oltre che ad altri film; negli anni novanta sviluppa progetti di design/architettura (tra cui l’asta del microfono del cantante dei Korn e alcuni bar, uno dei quali si trova a Coira, in Svizzera), oltre a una casa-museo in Svizzera che, inaugurata nel 1998, si chiama Museum H.R. Giger.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :