Magazine Talenti

Hic sunt leones

Da Bartel
Ho perso mezz'ora del mio tempo. Colpa di Google e colpa mia, dei miei tre account(s) di posta elettronica. Tutto questo per riaprire il mio blog. L'ho ritrovato pieno di polvere e di stanchezza, scritto da uno che conoscevo e che non so se conosco ancora. Ho pensato bene di ricominciare a scrivere per un semplice motivo, o forse mille motivi cosi complessi che la mia povera mente può solo tradurli in uno semplice: ho bisogno. Ho bisogno di scrivere per ritrovarmi. "Hic sunt leones" ho letto sulla mappa delle mie giornate. I leoni me li sento dentro. Passivi, indoleti, accovacciati nel mezzo del niente. Ho letto libri bellissimi in questi ultimi quindici mesi. Alcuni mi hanno fatto tornare la voglia di scrivere, altri me l'hanno fatta passare. Chi scrive può capirmi, mi spiace per gli altri. Ho bisogno di scrivere, magari una volta al giorno, magari una volta al mese, magari ogni ora, ma ho bisogno di sapere che sono ancora vivo. Ho bisogno di parlare con me stesso, di creare e di emozionarmi. Poco importa se qualcuno legge. Nessuno dei miei cari sa di questo blog, nessuno dei miei amici. Nessuno. E' una terra incognita, la mia terra incognita, ora abitata da leoni, leoni da zoo safari, liberi per finta. E per questo che scrivo forse: per essere libero.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine