Magazine Famiglia

Ho vinto una giornata di m---a

Da Mammagiovane
Ho vinto una  giornata di m---aSi sa che quando il nano di casa sta male (nel mio caso nana) tutto il resto passa in secondo, ma che dico, decimo piano. Già ti svegli con un piede nella fossa perchè come minimo hai passato la notte tra tossette fastidiose, vomiti catarroici e andirivieni dal bagno, che come al solito ti scordi sempre i fazzoletti per il naso.
Provi a prendere sonno tra una crisi di pianto e l'altra e mentre stai finalmente per lasciarti andare tra le braccia di Morfeo ecco che la bimba ti sveglia di nuovo, stavolta vuole venire nel tuo lettone. E non importa se gli hai fatto un'apertura tra le sbarre,stile lettino montessoriano, no! Lei vuole proprio che tu ti alzi e la vai a prendere, mentre con un piede acciacchi il fazzoletto smoccolato che mezz'ora prima avevi buttato per terra, che tanto me lo ricordo che è lì, come no! Pensi che dopo una notte di fuoco come questa come minimo la bimba dormirà fino all'ora di pranzo. Ehm...no. Ore 8.00. Tutti in piedi. Vani sono i tentativi di farla riaddormentare.Ti alzi e ti senti allappata come quando 3 anni prima andavi a dormire alle 6 dopo la leggera sbornietta tipica del sabato sera.
Ovviamente lo stato del salotto è quello detto da terza guerra mondiale. Le tue mani per niente collaborative non fanno altro che spostare gli oggetti da una parte all'altra del ..tavolino. Ci rinunci e ti siedi sul divano, accendi la tv ormai fissa su Playhouse disney e tenti di riaddormentarti. Tanto la bimba starà buona.Oh..no...mai sottovalutare le energie dei bambini!Il seguito della giornata prosegue con tosse, vomito, diarrea, pianti perchè l'aerosol non lo vuole, preparazione di 3 piatti diversi ma di cui non tocca neanche una briciola e una valanga, ma una valanga enorme di rottura di bombastic.
Non parliamo poi delle ripetute lavatrici. Non fai in tempo a spingere il pulsante di Avvio che dall'altra parte della casa senti di nuovo lo splash, QUELLO splash, quello che ti fa presagire liquidi parentalli ovunque cosparsi di pezzetti di mela e residui del pranzo di natale!
Per la cronaca, ho scritto il post in  due tranche, una prima e una post vomitata sul divano con tanto di diarrea vulcanica sulla mia tuta appena indossata. 
Lo posso dire.
Che giornata di merda.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines