Magazine America

I diari della....motoretta

Da Astonvilla
I DIARI DELLA....MOTORETTA
Paragrafando i racconti sul viaggio in terra latinoamericana del Che racconto qua' di alcuni giri in scooter per la provincia tunera fatti da me durante questo lungo inverno passato a Cuba.
Nulla di epocale,solo un piccolo racconto di emozioni vissute.
-------------------------------------------------------------
Una delle cose che ho amato di piu' in questa ultima vacanza sono stati i giorni solitari on the road.
Dopo una settimana a Tunas,una settimana fatta di piscina,novia,Cadillac e le solite cose mettevo alcune cose dentro lo zaino militare,facevo dare una controllata allo scooter,il pieno di benzina e via verso una destinazione imprecisata.
Di solito stavo via 2/3 giorni,diciamo un paio di notti,mi davo una localita' come punto di riferimento,poteva essere Guaymaro,come Buenaventura come Colombia,Manati' o Puerto Padre e rimanevo in un ambito di 20 km da li'.
Partivo solo,senza menate,senza orari,senza un cazzo da fare e con non piu' di un centinaio di cuc e 3/400 pesos in mn.
Una figata pazzesca,solo,senza nessuno che rompeva i coglioni,senza donne fisse,senza nessun vincolo.
A Puerto Padre mi sono fatto il giro di tutte le spiagge scoprendo calette incredibili con un sole pazzesco,a quel punto parcheggiavo,mi mettevo il costume ...ma potevo anche fare il bagno nudo tanto non c'era nessuno,e me la scialavo in quell'acqua fantastica.
Oppure finivo in qualche paese di campo,mangiavo qualche frutto preso in qualche chioschetto e se trovavo una bella fanciulla passavo un ora come si deve dove capitava...ma davvero dove capitava.
Quando arrivavano le 5 del pomeriggio cercavo di arrivare in un centro un po' piu' grande per passare la notte e non guidare al buio,se c'era una casa de renta bene altrimenti un posto l'ho sempre trovato,di solito ci pensava la fanciulla che trovavo,comunque sempre con un occhio alla sicurezza,anche per questo giravo con non molti soldi in tasca.
Non saranno i diari della motocicletta ma sono stati giorni bellissimi,da solo,dall'altra parte del mondo,completamente libero e padrone del mio tempo.
Non vi e' mai capitato di andare in giro per giorni alla cazzo senza una meta precisa e divertirvi come dei matti?
Be'...se non lo avete mai fatto...provateci..e' una di quelle cose per cui vale la pena vivere.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • I Signori della Strada – XVIII

    Signori della Strada XVIII

    All’ingresso, mentre percorrevamo lo stretto corridoio verso la grande sala a pianterreno, notai in controluce l’alone del fumo che ne proveniva, insieme ad un... Leggere il seguito

    Da  Albix
    VIAGGI
  • I Signori della Strada- XXI

    Signori della Strada-

    Qualcuno riesce a infilarsi, sgomitando istericamente, ma i più aspettano il prossimo arrivo. A quest’ora i treni viaggiano in successione. Eccone infatti subit... Leggere il seguito

    Da  Albix
    EUROPA, VIAGGI
  • I Signori della Strada-XXIV

    Signori della Strada-XXIV

    Hanno cominciato entrambi come venditori, poi Terry, più ambizioso e capace, si è fatto strada; ora, in Azienda, è il numero due, primo dopo Brian Brook, il... Leggere il seguito

    Da  Albix
    EUROPA, VIAGGI
  • I Signori della Strada- XXVI

    Signori della Strada- XXVI

    Nel mio posto di lavoro, il lunedì, dopo il riposo domenicale, trovavo sempre un gran casino. Anche quel lunedì, ebbi un bel daffare a rimettere tutto in ordine... Leggere il seguito

    Da  Albix
    EUROPA, VIAGGI
  • I Signori della Srada- XXVII

    Signori della Srada- XXVII

    Insomma in questo snack-bar in fondo alla strada avrei potuto consumare un rapido boccone ed un thè in quattro e quattrotto, perché di lì a poco avrei avuto... Leggere il seguito

    Da  Albix
    EUROPA, VIAGGI
  • I Signori della Strada – XXXIV

    Signori della Strada XXXIV

    -“Possiamo andare ora-“, fece Massimo, che aveva seguito con estrema attenzione le ultime fasi di quella concitata scena, sorridendo. Leggere il seguito

    Da  Albix
    EUROPA, VIAGGI
  • I Signori della Strada- XXXV

    Signori della Strada- XXXV

    Massimo e Tizi vi occupavano un monovano al primo piano, molto ampio e dall’interno gradevole, con la moquette in colore marrone chiaro e delle tende a fiori... Leggere il seguito

    Da  Albix
    EUROPA, VIAGGI