Magazine Cultura

I figli degli altri

Creato il 09 febbraio 2012 da Rory

I figli degli altri

Quella dietro il plaid sono io infreddolita. Ho pensato che la mia faccia deve avervi stancato, quindi questo bel tocco di zebratismo mi sembra un espediente giusto per questo blog!

Miei cari,

oggi parlerò di un argomento un po’ annoso e che forse mi renderà un tantino impopolare però vabbé, aspetto le vostre opinioni per confrontarci, se vorrete.

Proprio ieri con Ciccio parlavamo del fidanzarsi-sposarsi-andare a convivere-(fare i comparielli) con persone che hanno già un figlio. La mia posizione è abbastanza estremista anche se naturalmente non voglio generalizzare e soprattutto, non mi sono mai trovata in una situazione simile, perciò non so come reagirei, direi che è un discorso aprioristico: non penso che riuscirei a stare con qualcuno che ha già un figlio, specie se è piccolo e se questo pargolo vivesse con noi. Avrei non poche perplessità. Come mi vedrebbe questo bambino/a? Che cosa sarei io per lui? Come mi dovrei comportare? Non potrei fare certo la mammina, perché magari una mamma ce l’ha già e in caso contrario, io non sarei sua madre ma “la fidanzata di papà”. Non potrei fare l’amica, perché non mi pare il caso. Perciò il problema resta, davvero non saprei come comportarmi.

Ciccio invece, da buon diplomatico qual è, diceva che giustamente se ami qualcuno, ne ami anche annessi e connessi, quindi i figli e cerchi di farti benvolere anche da loro. Naturalmente il problema penso sia più sentito con i bambini piccoli, anche perché è molto complicato spiegare a loro la propria situazione sentimentale, mentre un adolescente, anche se magari soffre di più per un eventuale divorzio, è in grado di comprendere tutto con più facilità e maturità. Però appunto, il problema resta. Anche perché, qualora con questa persona andasse bene ed uno decidesse di mettere su famiglia, la cosa assumerebbe un aspetto ancora più complicato.

Passare da fidanzata di papà a moglie di papà (o fidanzato di mamma e marito di mamma) implica un bel cambiamento; si continua a non essere mamme ma si ha una figura più “istituzionale”, un (noioso) posto fisso, insomma. Conosco varie persone che coi mariti/mogli dei propri genitori si trova bene, ha anche un bel rapporto; ma ne conosco altrettanti che non li sopportano, spesso li evitano e addirittura hanno troncato completamente.

Forse è anche questo che mi scoraggia e mi fa pensare “mai nella vita”. Le cose già sono complicate, se poi ci aggiungiamo anche questo… Mah.

E voi? Che ne pensate? Intraprendereste mai o avete intrapreso una relazione con qualcuno che ha già pargoli?



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines