Magazine Cinema

i-FILMSonline

Creato il 29 gennaio 2013 da Ifilms

ragazze interrotteMartedì 29/1/13, ore 21.10, La5

Adattamento cinematografico del libro autobiografico di Susanna Kaysen La ragazza interrotta (1994), il terzo film di James Mangold (Cop Land, Quando l’amore brucia l’anima, Quel treno per Yuma) è un intenso dramma sull’amicizia tutto al femminile, in bilico tra normalità e malattia. Stati Uniti, 1967. Susanna Kaysen (Winona Ryder), una ragazza all’apparenza come tante altre, dimostra un difficile rapporto con i genitori caratterizzato da momenti di debolezza in cui si rifugia in se stessa. A causa di una forte crisi depressiva, viene internata per due anni in un ospedale psichiatrico. La diagnosi è “disturbo borderline della personalità”, ovvero difficoltà nei rapporti interpersonali e, più in generale, un’anomalia nella percezione della propria identità. Ne uscirà arricchita, grazie all’amicizia stretta con le altre pazienti, in particolare con l’affascinante sociopatica Lisa (Angelina Jolie). Qual è il confine tra sanità mentale e malattia? La normalità esiste davvero? «A volte l'unico modo per rimanere sani di mente è diventare un po' pazzi». Il film offre uno spaccato originale e coinvolgente di un mondo raramente esplorato dal cinema, molto toccante dal punto di vista emotivo. Nel cast anche Vanessa Redgrave, Whoopi Goldberg e Jared Leto. Oscar e Golden Globe come miglior attrice non protagonista ad Angelina Jolie.

Originale.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog