Magazine Cultura

I libri ciofeca

Creato il 17 settembre 2014 da Nageki @nagikka

I libri ciofecaBuonasera a tutti!
torno da voi dopo un'estate punteggiata da alcune letture appartenenti alla categoria delle ciofeche, romanzi che non mi hanno delusa...di più! avevo grosse aspettative ed invece mi sono dovuta fare violenza per terminarli, il tutto senza mettere le mani sulla prima scatola di fiammiferi a portata di mano.
Esagerazioni a parte, non ho alcuna voglia di recensire singolarmente questi libri e di conseguenza ve ne parlerò in questo post perchè diversamente sarebbe solo una perdita di tempo. Il 2014 non è ancora terminato (di conseguenza questa lista è incompleta), però ho ugualmente stilato una lista dei romanzi letti nel 2014, inserendo quelli a cui avrei volentieri dato fuoco (non sono una piromane!) di cui potevo fare a meno.
A voi i titoli!

I romanzi ciofeca letti nel 2014

Shangri-La (Mitchell Zuckoff)
Indigeni? neanche l'ombra. Il romanzo si focalizza sull'attesa di soccorsi da parte dei tre sopravvissuti, sui metodi papabili per salvarli e solo ogni tanto Zuckoff sembra ricordarsi di aver promesso al lettore anche la presenza dei nativi del posto. I quali indossano una zucca sul pene, come si preoccupa di ripeterci circa duemilacinquecento volte.

Orange is the new black (Piper Kerman)
Romanzetto piatto, ripetitivo e noioso. I miei più vivi complimenti allo sceneggiatore dell'omonima serie, con la quale questo libro non ha NIENTE a che vedere. A dire la verità non so come abbia fatto a creare un piccolo gioiellino a partire da questo libro. Dal letame nascono i fior, continuate a seguire la serie TV e ringraziate Piper Kerman per aver fornito uno spunto a Netflix e compagnia bella.
L'incredibile viaggio del fachiro che restò chiuso in un armadio Ikea (Romain Puértolas)
L'ho acquistato convinta che si trattasse di un libro leggero per farsi quattro risate. In realtà si tratta di un'opera il cui tema principale è quello dell'immigrazione clandestina, di cui il fachiro in questione è il simbolo. Riesce a strappare qualche risata, ma è lontano anni luce dal capolavoro di cui avevo sentito parlare. Bocciatissimo.
Storie d'amore che finiscono male o malissimo (Rajesh Parameswaran)
Orrore e raccapriccio. L'autore non solo non sa proprio scrivere, ma ho il vago sospetto che abbia assunto sostanze che hanno gravemente danneggiato il lobo temporale del suo encefalo. Non sto cercando di strapparvi una risata, anzi, sono convinta che Parameswaran soffra di qualche patologia, altrimenti non avrebbe partorito racconti la cui struttura sembra essere stata passata in un frullatore alla massima velocità.

Dopo (Koethi Zan)
Privo di pathos, privo di suspance. Credo basti per descrivere un romanzo che prometteva l'esatto contrario. La cosa buffa è che questo libro l'ho appena ritrovato in libreria con un'edizione nuova di zecca. Masochismo allo stato puro.

Wool (Hugh Howey)
Uno dei libri più brutti che abbia mai letto, non riesco a spiegarmi il successo visto che si tratta di un mattone in tutti i sensi. Il punto è che con un mattone come "Via col vento" posso arrivare a pensare che oltre al godimento letterario mi farò anche i muscoli, ma con Howey avevo solo voglia di tenere da parte le pagine per scaldarmi durante l'inverno (oltretutto dicono che quello di quest'anno sarà piuttosto freddo...).

La quinta onda (Rick Yancey)
In sostanza si tratta di Twilight, solo che al posto del vampirello vi ritrovate con un alieno belloccio, innamorato e pronto a fare di tutto per salvare la sua bella. Per adolescenti (però vi avverto, se siete ragazzine potete leggere di meglio!)
La camera di sangue (Jane Nickerson)
La Nickerson ha perso un'occasione per starsene zitta, visto che con questo romanzo non ha apportato alcunchè di significativo alla letteratura, anzi! orribile, davvero orribile. Un romanzetto stupido e banale di cui ho sentito parlare molto bene, salvo poi prendermi a schiaffi dopo aver terminato la lettura (perchè oltretutto l'ho acquistato a prezzo pieno, prima di convertirmi a Libraccio!)

I segreti di Coldtown (Holly Black)
Esattamente come sopra, l'ennesima ciofeca per la quale solo le orfane di Twilight possono esprimere commenti positivi. Altro acquisto di cui mi sono pentita.
Questo è tutto, fatemi sapere se avete letto qualcuno di questi titoli. Ovviamente queste sono soltanto le mie opinioni :)

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • I Batman di Altroquando

    Batman Altroquando

    Due bat-quesiti fondamentaliBatman da sempre porta in sé due quesiti fondamentali ai quali gli autori che si sono succeduti alla scrittura delle sue storie, in... Leggere il seguito

    Da  Lospaziobianco.it
    CULTURA, FUMETTI, LIBRI
  • Collegare i mondi

    Collegare mondi

    Una delle cose che mi piace più della scrittura – specialmente della scrittura del “fantastico” – è poter creare mondi. Ne abbiamo già parlato altre volte, non... Leggere il seguito

    Da  Mcnab75
    CULTURA, LIBRI
  • I notturni di Chopin

    Rubrica La mascheraE’ abbastanza recente, per me, la scoperta dei notturni di Chopin, ma da quel momento ho iniziato ad adorarli. Leggere il seguito

    Da  Philomela997
    CULTURA, EDITORIA E STAMPA, LIBRI, STORIA E FILOSOFIA
  • I sentieri del cuore

    Le note scorrono e si susseguono,saltellano su tasti d’avoriocon ritmo lento e martellante,mentre il cuore rincorrevivaci pulsazioni,scansiona il tempocol suo... Leggere il seguito

    Da  Polysusy
    CULTURA, LIBRI
  • I libri RITROVATI...

    libri RITROVATI...

    Buongiorno carissimi lettori, questo post volevo postarlo ieri, ma essendo arrivata tardi e stanca da fuori paese, ho rimandato ad oggi. Leggere il seguito

    Da  Chaneltp
    CULTURA, LIBRI
  • I vulnerati

    vulnerati

    Acheloo a cura di Helga Di Giuseppe illustrazioni di Emanuele Carosi Scienze e Lettere; pagine 45; € 13,00 isbn 9788866870609 I Vulnerati sono gli ibridi... Leggere il seguito

    Da  Luigiderosa
    CULTURA, LIBRI
  • Facebook e i libri

    Facebook libri

    Fa un certo effetto apprendere che Zuckerberg, ovvero Mr Facebook, ha lanciato una sorta di club del libro e che invita a leggere due libri al mese. Leggere il seguito

    Da  Marcodallavalle
    CULTURA, LIBRI