Magazine Arte

I magnifici bronzi dorati di Pergola

Creato il 30 aprile 2010 da Geometriefluideblog
I magnifici bronzi dorati di Pergola

I Bronzi Dorati di Pergola. I sec. a. C.

Il gruppo dei “Bronzi Dorati da Cartoceto di Pergola” è l’unico gruppo di bronzo dorato esistente al mondo giunto dall’età romana ai nostri giorni.
Il complesso rappresenta un probabile gruppo familiare, composto in origine da due coppie di figure femminili ammantate e velate, e da due cavalieri in veste militare d’alto rango, con cavalli riccamente ornati.
Le sculture, realizzate a cera persa indiretta in una lega rameica assai ricca di piombo e dorate a foglia, costituiscono una testimonianza preziosa di quella politica di diffusione di immagini monumentali come simbolo e propaganda di potere, comune nel mondo romano dalla tarda repubblica in poi, che si esplicita, in questo caso, in un’opera di ottimo livello tecnico.
Una prima teoria identificava il gruppo nell’ambito della famiglia imperiale Giulio – Claudia.
Secondo questa ipotesi le statue, erette tra il 23 e il 29 d.C., distrutte intorno al 30, ritraevano le figure maschili di Nerone Cesare (il cavaliere meglio conservato) e Druso III, le figure femminili erano Livia (la statua meglio conservata) e Agrippina Maggiore.
Gli attuali studi, tuttora in corso e per una serie di ragioni assai più verosimili, retrodaterebbero il gruppo all’età cesariana (fra il 50 e il 30 a.C.).
Secondo questa teoria le statue ritrarrebbero i componenti di una famiglia magnatizia d’alto rango, forse in qualche modo legata al territorio marchigiano; le proposte di identificazione spaziano, a seconda degli studiosi, tra la gloriosa e ricchissima stirpe dei Dominizi Enobarbi ed il connubio adottivo tra Marco Satrio, senatore e probabile patrono di Sentinum, e il cuprense Lucio Minucio Basilo, luogotenente di Giulio Cesare e futuro Cesaricida.
Una teoria ancora più recente, elaborata dal Prof. Viktor H. Böhm dell’Università di Vienna, sulla base di numerosi indizi identificherebbe i bronzi con la famiglia di Marco Tullio Cicerone.

I bronzi si possono ammirare nel Museo dei Bronzi Dorati a Pergola  (PU)

Orari:
Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno
Settembre Ottobre Novembre Dicembre
Mattino 10.00 – 12.30 Pomeriggio 15.30 – 18.30 (lunedì chiuso)
Luglio Agosto
Mattino 10.00 – 12.30 Pomeriggio 15.30 – 19.00 (aperto tutti i giorni)
 
Si effettueranno aperture straordinarie su prenotazione. 
PREZZO BIGLIETTO
intero: 6 €
ridotto: 5 € (per gruppi, anziani +65, soci coop, soci touring)
scolaresche: 4 €
visita museo + attività didattica: 5 € 
bambini-ragazzi 6-11 anni: 3 €
bambini sotto 6 anni: gratuito
biglietto gratuito per invalidi civili sup. 2/3, grandi invalidi di guerra e del lavoro.
 
CONTATTI
L.go S.Giacomo 61045 Pergola 
Tel. 0721-734090 / 7373271
e-mail [email protected]
Associazione Angelo Dal Foco



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • I corridoi

    corridoi

    Perdersi nei meandri di un teatro è come entrare in un labirinto senza uscita. Bisogna viverci per poterne conoscere tutti i segreti. Erano ancora in corso molt... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • I vicari

    Quel pomeriggio che mi dovevano esaminare Sulle principali verità della fede Superata ogni prova preliminare Ero vicino al giudizio più alto Ti interrogherà –... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • I nostri antenati, i Romani

    Lord Macaulay, mentre presentava l'Indian Education Act al Parlamento di Londra, disse: “Per contenere tutta la letteratura indiana basta un solo scaffale di un... Leggere il seguito

    Da  Zfrantziscu
    CULTURA, SOCIETÀ
  • I Telchini

    (in albanese Telhinë) sono demoni che vivono sotto la superficie terrestre, ma anche nelle profondità del mare e sulla terraferma. Leggere il seguito

    Da  Elton77
    CULTURA
  • Orda nera. I documenti (I)

    Orda nera. documenti

    “Bombe contro le sedi dei partiti di sinistra a Partinico. Di Notte e senza vittime” (Giulio Andreotti, 1947, L’anno delle grandi svolte nel diario di un... Leggere il seguito

    Da  Casarrubea
    CULTURA, SOCIETÀ, STORIA E FILOSOFIA
  • I sogni...

    sogni...

    I sogni, sappiamo, sono davvero strani: qualcosa magari ci appare straordinariamente chiara, minuziosa come la cesellatura di un orafo, su altre cose invece si... Leggere il seguito

    Da  Linda
    CULTURA, LIBRI
  • I miliardari

    miliardari

    BICEFALO - Vuoto o con il cervello? E... il cuore? Il denaro, dunque, rappresenta una grossa incognita. A quanto pare, il mestiere del miliardario è difficile;... Leggere il seguito

    Da  Renzomazzetti
    CULTURA