Magazine Libri

I “no” riservati agli scrittori

Da Maurizio Lorenzi

I “no” riservati agli scrittoriSogni di fare lo scrittore? Preparati a sentire la parola “no”! E poi a rimboccarti le maniche, senza smettere di credere in te stesso. Io l’ho appena fatto. Proprio adesso, prima di scrivere questa frase.

Ecco perchè i “no” destinati agli scrittori hanno un sapore tutto loro. Sono capaci di annegare autostima e mesi di lavoro, così, solo in un attimo. Basta una mail, letta dopo qualche istante di esitazione a causa del timore. Poche righe, spesso forzate, fredde e trasudanti quel ”no” che mai (o quasi) vorremmo ascoltare e leggere.

Non ci resta che una consolazione, ovvero che il destino abbia deciso che non si trattava del momento e del posto giusto.

E che non sempre pu0′ essere festa.

Ed ora, fatto salvo lo spirito di autocritica, voltare pagina. E rimboccarsi le maniche. Subito.

   MaLo


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines