Magazine Società

I soliti idioti

Creato il 12 luglio 2012 da Tanci86
I soliti idiotiAh che bravo!
Bravo, bravo bravo davvero!
Non hai capito un cazzo.
Credo che, in un campo pieno di concorrenza come il panorama politico italiano, Cacciari sia una delle persone che ogni volta che spreca ossigeno per parlare tira fuori lacrime amare.
La stagione di Berlusconi è finita.
Grazie, grazie per dire ogni volta una nuova stronzata e stupirmi come se fosse la prima!
Berlusconi torna in campo.
Notizia scontata, banale, inevitabile.
Anche Veltroni se è per quello sparì per un attimo per calmare le acque, tornando dopo che aveva promesso che si sarebbe levato per sempre dai coglioni. Con un paio di differenze.
La prima è che molte persone ci avevano creduto che se ne sarebbe andato o almeno ci aveva, sperato mentre neanche il più acritico zoccolo duro berlusconiano ci ha creduto anche solo per un attimo; la seconda differenza è che gli alleati di Veltroni lo volevano linciare anche dopo il ritorno dall'Africa, mentre a Berlusconi stanno stendendo il red carpet.
E ovviamente presentata come la grande rilevazione, sia da parte di Destra che di Sinistra.
Da parte degli organi di Destra, come sempre furbi, hanno organizzato un una combinazione fra notizie trionfanti e preoccupate, in modo da gettare confusione e dipingere l'azione di Berluschino come quel connubio fra intraprendenza e strafottenza di tutte le regole (anche dei patti con gli alleati-servi) che ha sempre caratterizzato quel gusto proibito che ha reso Silvione quello che è. Le vittorie elettorali di Berlusconi in fondo sono un po' come il sesso anale. Parti con belle promesse, ti insinui pan piano, proponi di fare qualcosa di diverso da quello che hanno fatto tutti gli altri e che tanto farà solo un po' male, ma ne varrà la pena. Quando poi è tutto già iniziato è ormai troppo tardi per dire di no, tanto vale andare in fondo!
Da parte di Sinistra, abbiamo assistito alla prevedibile sconclusionatezza e banalità. Qualsiasi intervento che cerchi di minimizzare questo ritorno (che poi non ha senso parlare di ritorno quando nei fatti Berlusconi è rimasto esattamente dov'era facendo le stesse cose che faceva prima!) tradisce una paura matta.
Meno quello di Cacciari, che ci crede veramente al fatto che Berlusconi tanto non è pericoloso...dimostrando per l'ennesima volta che Cacciare è un immane coglione.
Berlusconi si presenta come il leone che va contro tutto e contro tutti, ma in realtà è un calcolatore.
Qualsiasi sua azione decisiva è ben preventivata anche se non ne dà l'idea.
Era chiaro che sarebbe tornato.
Era chiaro che Al Fanone è troppo insignificante per sostituire lui o qualsiasi altro capo.
Tutti sapevano che sarebbe tornato.
Lo  sapevano gli alleati-cortigiani, già pronti a farsi da parte come probabilmente gli era stato ordinato e ben disposti a farlo. Magari qualcuno non era stato informato perché non valeva la pena perdere tempo per informarlo, magari qualcuno ha fatto finta di non aspettarselo e si è opposto, dando così al PdL una ridicola facciata di Partito non vincolato alle decisioni del suo fondatore.
Non penso che gli italiani siano così idioti da non aver mai pensato che sarebbe tornato, tutti lo sapevano nel loro intimo.
Ma gli italiani sono troppo codardi per affrontare la realtà.
Qualcuno si è messo i prosciutti sugli occhi, qualcun altro sperava che quel momento non sarebbe arrivato così presto.
Vale sia per quei passacarte del PdL che per un attimo hanno sperato di avere potere reale senza il controllo di papà-Silvio, che per praticamente tutta la Sinistra e il Centro (distinzione che continuo ancora a usare per chiarezza esplicativa e per un segreto desiderio che abbia senso) che ancora non sono in grado di fronteggiarlo.
Chi dire?
Si ricomincia!
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • I precari del Giglio

    precari Giglio

    Tra giornali, talk-show, riprese dirette, il racconto della tragedia sull'isola del Giglio, ha riempito giornate e serate. Con grandi dibattiti sul comandante... Leggere il seguito

    Da  Brunougolini
    LAVORO, PRECARIATO, PRIMO IMPIEGO, SOCIETÀ
  • Santoro e i forconi

    Santoro forconi

    Ci sono volute una decina di puntate, ma alla fine Michele Santoro è riuscito finalmente a mettere in piedi il programma che ci si sarebbe aspettato da una... Leggere il seguito

    Da  Dagored
    SOCIETÀ
  • buttare via i soldi

    Uno non può neanche leggere le notizie locali senza arrabbiarsi ogni giorno. Non parlo di tragedie, ma di cose stupide con conseguenze economiche. O forse... Leggere il seguito

    Da  Gaia
    SOCIETÀ
  • I miciopardi

    miciopardi

    Monti vuol cambiare le abitudini degli italiani, non si sa bene quali, ma il verbo cambiare anche pronunciato da solo è garanzia di successo ed è anche un... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    CULTURA, SOCIETÀ
  • I parcheggi per i passeggini

    parcheggi passeggini

    In alcuni paesi del mondo già esistono. Stoccolma è uno di questi. Sono i parcheggi per i passeggini, ovvero degli spazi designati per lasciare i passeggini... Leggere il seguito

    Da  Cercapasseggini
    BAMBINI, MATERNITÀ, SOCIETÀ
  • I BARBARI all'opera

    BARBARI all'opera

    http://affaritaliani.libero.it/sociale/strage-di-cani-randagi-in-ucraina100212.html PETIZIONE Leggere il seguito

    Da  Cristiana2011
    OPINIONI, SOCIETÀ
  • I “cocchi” di Monti

    “cocchi” Monti

    Rosella Roselli per il SimplicissimusQuando mia figlia era piccola mi sono trovata a volte nell’impossibilità di soddisfare qualche sua richiesta quando mi... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    CULTURA, SOCIETÀ

Magazine