Magazine Cinema

I soliti idioti

Creato il 04 novembre 2011 da Taxi Drivers @TaxiDriversRoma

I soliti idioti

 

Anno: 2011

Distribuzione: Medusa film

Durata: 98’

Genere: Comico

Nazionalità: Italia

Regia: Enrico Lando

Azzarda il tutto per tutto l’ormai famosissimo e dissacrante duo formato da Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio, portando sul grande schermo l’irriverente comicità, che, in così larga misura, ha contribuito al suo successo nazionale. Sprezzanti di quella critica che in nessun modo, fino ad ora, è riuscita a ledere l’ormai granitico tasso di audience ottenuto dalla sitcom che li ha resi celebri, dopo essere passati dal monitor al piccolo schermo per poi approdare al tour che ha fatto il giro del paese, puntano al cinema, e il timone spetta sempre a lui, Enrico Lando, che, fin dal primo momento, ha lavorato con Biggio e Mandelli all’imponente e, a quanto pare, fortunatissimo, nuovo umorismo made in Italy.

Che questo consenso così vasto sia un esplicito elogio della volgarità? Si potrebbe trattare di una contestualizzazione di tale carattere all’interno di parametri che hanno a che fare con il surreale oppure, più semplicemente, la carta vincente di questi nuovi “mostri” è il risultato di un riconoscimento collettivo del pubblico nei gangheri di situazioni ordinarie ma “caricaturizzate” all’ennesima potenza.

Le vicende ruotano attorno a diverse coppie di personaggi, facendo perno in particolar modo su quella resa celeberrima dal web: Ruggero, ricco imprenditore senza mezze misure, e suo figlio Gianluca, studente universitario dall’indole sensibile che, nonostante la rudezza del padre, cerca di assecondarlo in ogni sua pretesa.

I due si trovano alle prese con il matrimonio di Gianluca con la storica e leggendaria fidanzata Fabiana. Sembra tutto volgere al meglio per il ragazzo, se solo non fosse per una scommessa giocata da Ruggero che li porterà in una Roma fatta di case di malaffare ed esclusivi party per vip, alla ricerca della modella di intimo più famosa del momento, testimonial della linea “Smutandissima” (Madalina Ghenea).

Attorno alle vicissitudini dei grotteschi protagonisti, troviamo altrettanti campioni umani stereotipati all’inverosimile: un giovane metallaro baciato dalla “sfortuna” e disperato, perché a causa dell’inefficienza della postina Gisella Ronchi non riesce in alcun modo a far arrivare il pacco che deve spedire con urgenza a Milano; la coppia di omosessuali, che a suon di intramezzi musicali, ci rende partecipi delle proprie disavventure sentimentali, convinta di poter concepire un bambino; infine, troviamo i coniugi Bianchi, coppia di borghesi in crisi, morbosamente attaccata a pregiudizi di costume, per quanto cerchi di mostrarsene priva.  L’epilogo, seppur impreciso e poco netto, per gli amanti della serie si dimostrerà soddisfacente al punto giusto.

 

Valeria Fossatelli

I soliti idioti
Scritto da il nov 4 2011. Registrato sotto IN SALA. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • I Gangsters - Robert Siodmak

    Gangsters Robert Siodmak

    Tratto da un racconto di Hemingway (dallo stesso sono stati tratti anche Gli Uccisori di Tarkovskij e Contratto per uccidere di Siegel), il film è uno dei grand... Leggere il seguito

    Da  Frank_manila
    CINEMA, CULTURA
  • I Guardiani del Destino

    Guardiani Destino

    I Guardiani del Destino. Tratto da Philip K.Dick (bello!). Matt Damon ed Emily Blunt (oh yeah!). Cosa potrebbe andare storto? Ecco cosa: dirige George Nolfi, ch... Leggere il seguito

    Da  Jackragosa
    CINEMA, CULTURA
  • Kiseki (I Wish)

    Kiseki Wish)

    Re-visioni Kiseki (奇跡, I Wish). Regia, soggetto, sceneggiatura: Koreeda Hirokazu; interpreti: Odagiri Joe, Abe Hiroshi, Kiki Kirin, Harada Yoshio, Nagasawa... Leggere il seguito

    Da  Makoto
    CINEMA, CULTURA
  • i-FILMSonline

    i-FILMSonline

    “They didn’t ask to be brought into the world, but into the world they came”. Mostrare l'immostrabile, spettacolarizzare l'inguardabile, costringere lo... Leggere il seguito

    Da  Ifilms
    CINEMA, CULTURA
  • i-FILMSonline

    i-FILMSonline

    Titolo: ShiningAutore: Stephen KingAnno: 1977 Il potere della luccicanza tra parola e immagine "All work and no play makes Jack a dull boy" ("Il mattino ha l'or... Leggere il seguito

    Da  Ifilms
    CINEMA, CULTURA
  • i-FILMSonline

    i-FILMSonline

    Titolo: Amabili restiAutore:Alice SeboldEditore: edizioni e/oAnno: 2002 "Mi chiamavo Salmon, come il pesce. Nome di battesimo: Susie. Avevo quattordici anni... Leggere il seguito

    Da  Ifilms
    CINEMA, CULTURA
  • I film di gennaio

    film gennaio

    Le Idi di marzoLe Idi di marzo - George Clooney, 2011Mike Morris (George Clooney) è in lizza per la candidatura a presidente degli Stati Uniti; la sua vittoria... Leggere il seguito

    Da  Automaticjoy
    ASIA, CINEMA, CULTURA