Magazine Tecnologia

Il biografo di Steve Jobs

Creato il 08 ottobre 2014 da Macfordummies @MacforDummies

La creatività nasce in squadra: questo è quanto sembra affermare Isaacson, il biografo che ricorda Stave Jobs come grande inventore.

Walter Isaacson ha scritto un nuovissimo libro, questa volta appositamente dedicato agli Innovatori, ossia a quei personaggi che hanno deciso di portare avanti la rivoluzione digitale.

Dopo essersi dedicato a Albert Eistein ed a Benjamin Franklin, il biografo ha parlato di quegli hacker e di quei geni che hanno anche modellato il mondo informatico così come lo conosciamo oggi.

Intervistato da Gizmodo, Isaacson si è anche ritrovato a parlare di Steve Jobs, l’Apple CEO a cui ha dedicato la sua biografia di maggior successo.

Nel suo ultimo libro The Innovators, Isaacson ha deciso di ripercorrere le figure dei padri fondatori dell’era digitale, da Ada Lovelace, la cui storia meriterebbe un libro a parte, a Steve Jobs, appunto, passando da Alan Turing e Bill Gates.

A parte i grandi innovatori, si è portato poco l’accento sulle grandi squadre di innovatori, ossia su quei team che, lavorando assieme, hanno fatto fare passi da giganti alla scienza. Isaacson riconosce in Steve Jobs l’abilità di “aver saputo raggruppare attorno a sé una squadra molto leale sia a lui che alla sua visione e che ha lavorato assieme creativamente”. “Anche con personalità visionarie come quella di Steve”, aggiunge Isaacson“è importante di saper valorizzare la collaborazione ed il gioco di squadra”.

Una critica arriva però alla Silicon Valley, che sembra vivacchiare sui successi passati piuttosto che lanciare nuove, rivoluzionarie, invenzioni, come lo sono state i microprocessori e i personal computer.

La differenza la fa però l’Apple Watch.

 

Tags:Steve Jobs

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog