Magazine Politica

Il caimano ed il Pd

Creato il 03 luglio 2013 da Giuseppe Lombardo @giuslom
Il caimano ed il PdLa possibile ascesa di Daniela Santanché alla vicepresidenza della Camera ha scosso comprensibilmente il Transatlantico, scatenando scompiglio in maniera bipartisan: se da un lato le obiezioni del PD risultano legittime,  poiché il ruolo di garanzia imporrebbe una figura moderata assai distante dalla “pitonessa” pidiellina, le obiezioni provenienti da Arcore sono parimenti sacrosante. Da quando in qua si chiede ad un partito di designare il candidato,  salvo poi censurarlo per manifesta impresentabilità? Non sta bene, tanto più che il concetto in questione appare del tutto estraneo alla cultura politica dell’establishment berlusconiano. Ora, in un movimento che ha espresso Previti alla Giustizia (ipotesi scongiurata dall’irriverente interpretazione del dettato costituzionale adoperata da Scalfaro), Cosentino alle Finanze, la Gelmini all’Istruzione, e chi più ne ha più ne metta, Daniela Santanché può rivendicare con ogni evidenza quel basso profilo da statista che le consente di mediare fra le parti, tanto più dopo aver partecipato all’assai pacata manifestazione “siamo tutti puttane”, indetta ed organizzata da quel noto bocconcino di Giuliano Ferrara.

Il caimano ed il Pd

Qui l'articolo completo

La stessa Santanché, fra l’altro, è nota alle cronache per la sua sincera e rispettabile storia d’amore con Alessandro Sallusti, sia detto senza ombra di sarcasmo. Già direttore del Giornale di famiglia, il nostro milite noto è attualmente impegnato in un’ammirevole battaglia: poiché il lìder maximo non intende frenare il proprio libertinismo sessuale (ricordate il famoso “meglio sciupafemmine che gay”?), occorre trasformare il paese a sua immagine e somiglianza. E via così, in una battaglia sessantottina per la liberazione dei costumi, con tanto di dotti e immondi riferimenti letterari degni della nostra grande cultura nazionale.In questa intricata matassa simile ad una cloaca, la sinistra – come spesso accade -  interpreta il ruolo di spettatrice non pagante. Sì, perché il vero problema di fondo sta su questo versante politico: se si ritiene, sentenze alla mano, Berlusconi un evasore fiscale, un corruttore ed un concussore, una personalità ingombrante da evitare con cura, come si può successivamente avallare, sia pure per un imprecisato interesse nazionale, l’idea di un governo di larghe intese con chi risulta essere direttamente espressione di quella leadership? E’ vero, si obietterà, il Cavaliere non odora d’incenso, ma gli italiani lo hanno votato nonostante tutto e coi dati elettorali bisogna fare di conto, accettando il Bentivoglio Angelino di turno. Giusta osservazione, per carità, lucida e lungimirante, ma l’etica e la questione morale dove sono finite? In soffitta? Può la sinistra accettare supinamente qualunque interlocutore, scendendo a patti sul terreno ispido del compromesso, per giunta caratterizzato da improbabili piani costituenti, per il solo fatto che una quota parte di elettori ha legittimato una data forza politica? Anche il Msi, un partito a suo modo con chiari confini istituzionali, aveva storicamente il supporto di una fetta rilevante della società, eppure quelle preferenze venivano considerate al più alla stregua di voti in libera uscita dall’area Dc.
Qua risiede la grande contraddizione delle forze riformiste. Per liberare le energie positive del paese è imprescindibile ormai liberare il paese stesso dal giogo mediatico del caimanismo politico. Nulla contro l’uomo, per carità. Semplicemente ci ha rovinato.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il suicidio del PD

    suicidio

    Era ora. Non ne potevamo più. Di questo PD l'Italia non sa che farsene. Pensateci, dopo che Vendola ha detto “no” a Marini e “sì” a Rodotà, il PD è... Leggere il seguito

    Da  Massimoconsorti
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Il mistero del PD: incompetenza o furbizia?

    mistero incompetenza furbizia?

    Informazione Scorretta Quello che è successo nel primo giorno di votazioni per il Presidente della Repubblica sarà uno degli avvenimenti politici che... Leggere il seguito

    Da  Informazionescorretta
    ATTUALITÀ, POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Il PD sceglie Romano Prodi per il Quirinale.

    sceglie Romano Prodi Quirinale.

    Il PD sceglie Romano Prodi come suo candidato alla Presidenza della Repubblica e lo fa all’unanimità. Dopo la convulsa giornata di ieri, che aveva visto il Pd... Leggere il seguito

    Da  Retrò Online Magazine
    ATTUALITÀ, POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Bersani si dimette: il PD e il suo suicidio politico

    Il suicidio politico del Partito Democratico ha dell'incredibile! Non credo che potesse fare di peggio: Bersani ha avuto un incontro notturno con Berlusconi e,... Leggere il seguito

    Da  Steil
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Elezioni Friuli: vince Serracchiani, vince il PD.

    Elezioni Friuli: vince Serracchiani,

    Il divario tra Serracchiani (PD) e Tondo (PDL) resta fermo allo 0,4% quando viene completato lo spoglio delle schede. La Serracchiani dunque vince e conquista i... Leggere il seguito

    Da  Retrò Online Magazine
    ATTUALITÀ, POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Il Pd di Weimar

    Weimar

    Qualche sede del Pd è simbolicamente occupata, alcuni personaggi come la Serracchiani fanno i salti mortali pur di ritagliarsi una tardiva estraneità... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    POLITICA, SOCIETÀ
  • La Finocchiaro ci ricasca. Come il Pd

    Finocchiaro ricasca. Come

    L’hanno beccata di nuovo: la Finocchiaro, nonostante la figuraccia fatta all’Ikea, è stata sorpresa in un supermercato di Catania con gli uomini della scorta ch... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    POLITICA, SOCIETÀ

Magazines