Magazine Opinioni

Il canto del silenzio

Creato il 31 ottobre 2011 da Francosenia

kafka ulisse

Il silenzio delle Sirene (Das Schweigen der Sirenen)

Dimostrazione del fatto che anche mezzi inadeguati, persino puerili, possono servire alla salvezza.
Per difendersi dalle Sirene, Odisseo si tappò le orecchie con la cera e si lasciò incatenare all'albero maestro. Naturalmente tutti i viaggiatori avrebbero potuto fare da sempre qualcosa di simile, eccetto quelli che le Sirene avevano già sedotto da lontano, ma era risaputo in tutto il mondo che era impossibile che questo potesse servire. Il canto delle Sirene penetrava dappertutto e la passione dei sedotti avrebbe spezzato ben più che catene e albero. Odisseo non ci pensò, benché forse lo sapesse. Confidava pienamente in quel poco di cera e in quel fascio di catene, e, con innocente gioia per i suoi mezzucci, andò direttamente incontro alle Sirene.
Ora, le Sirene hanno un'arma ancora più terribile del canto, cioè il silenzio. Non è certamente accaduto, ma potrebbe essere che qualcuno si sia salvato dal loro canto, ma non certo dal loro silenzio. Al sentimento di averle sconfitte con la propria forza, al conseguente orgoglio che travolge ogni cosa, nessun mortale può resistere.
E, in effetti, quando Odisseo arrivò, le potenti cantatrici non cantarono, sia che credessero che solo il silenzio potesse vincere quell'avversario, sia che, alla vista della beatitudine nel volto di Odisseo, che non pensava ad altro che a cere e a catene, si dimenticassero proprio di cantare.
Ma Odisseo tuttavia, per così dire, non udì il loro silenzio, e credette che cantassero e di essere lui solo protetto dall'udirle. Di sfuggita vide sulle prime il movimento dei loro colli, il respiro profondo, gli occhi pieni di lacrime, le bocche socchiuse, ma credette che questo facesse parte delle arie che non udite risuonavano intorno a lui. Ma tutto ciò sfiorò appena il suo sguardo fisso nella lontananza, le Sirene sparirono davanti alla sua risolutezza e, proprio quando era più vicino a loro, non seppe più niente di loro.
Quelle - più belle che mai - si stirarono e si girarono, fecero agitare al vento i loro tremendi capelli sciolti e tesero le unghie sulle rocce. Non volevano più sedurre, volevano solo carpire il più a lungo possibile lo sguardo dei grandi occhi di Odisseo.
Se le Sirene avessero coscienza, quella volta sarebbero state annientate. Ma sopravvissero, e solo Odisseo sfuggì a loro.
A questo punto, si tramanda ancora un'appendice. Odisseo, si dice, era così astuto, era una tale volpe, che neppure la Parca del destino poteva penetrare nel suo intimo. Egli, benché questo non si possa capire con l'intelletto umano, forse si è realmente accorto che le Sirene tacevano e ha, per così dire, solo opposto come scudo a loro e agli dèi la suddetta finzione.

- Franz Kafka -


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Mettere all'angolo il dissenso

    Ora i No Tav sono proprio all'angolo: dopo le parole di Napolitano, è chiaro che sono finiti in un angolo cieco (della serie si al dialogo, ma a condizione che... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    OPINIONI, SOCIETÀ
  • Il “nuovo” Iraq dopo il ritiro USA

    “nuovo” Iraq dopo ritiro

    di Giuseppe Dentice Il 31 dicembre si avvicina e l’anno nuovo presenta grandi novità al nuovo Iraq. Infatti, in tale data, le 45. Leggere il seguito

    Da  Bloglobal
    OPINIONI, POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • Il coraggio di decidere

    ‘‘ Finché uno non si compromette, c’è esitazione, possibilità di tornare indietro e sempre inefficacia. Rispetto a ogni atto di iniziativa (e creazione) c’è sol... Leggere il seguito

    Da  Pandm
    ATTUALITÀ, MARKETING E PUBBLICITÀ, OPINIONI, SOCIETÀ
  • Fissiamo il posto

    Monti ieri sera ha affermato che il posto fisso è monotono e i giovani si devono abituare al cambiamento. Ovviamente oggi c'è la rivolta dei giovani (ma, mi... Leggere il seguito

    Da  Maltecoron77
    OPINIONI, SOCIETÀ
  • Il nuovo governo danese

    nuovo governo danese

    Ieri il nuovo primo ministro della Danimarca, Helle Thorning-Schmidt, ha presentato ufficialmente il suo governo. I ministri sono in tutto 23, con un’età media... Leggere il seguito

    Da  Renatocappon
    OPINIONI, SOCIETÀ
  • Il blog del giorno: Il grande Bluff!

    blog giorno: grande Bluff!

    Mentre pensavo e ripensavo a come organizzare un articolo critico verso un poco trasparente patriottismo nazional popolare, mi sono imbattuto in un blog, che... Leggere il seguito

    Da  Laventino
    OPINIONI, POLITICA, SOCIETÀ
  • Il golpe annacquato.

    di Beniamino Franceschini da IL CAFFE’ GEOPOLITICO, 08 febbraio 2012 Il presidente delle Maldive, Mohamed Nasheed, il primo eletto in modo democratico, è stato... Leggere il seguito

    Da  Basil7
    ATTUALITÀ, OPINIONI, SOCIETÀ

Magazines