Magazine Cucina

Il Carricante della Tenuta di Fessina A' PUDDARA 2009 tra i "fuoriclasse" dell'Etna per Wine Reality

Da Silviamaestrelli

A' Puddara è un vino dedicato alla Sicilia e, come le Pleiadi, che sono un oggetto pulsante nel cielo, è un piccolo continente che ha un cuore che pulsa in mezzo al Mediterraneo. A' Puddara - "le gallinelle" o "la chioccia" per i pescatori e gli agricoltori, a memoria della poesia di Ovidio - costituiva un segnale che indicava la direzione nel lavoro e nella vita. Immaginiamo i pescatori di Riposto che rientrano dal mare e che, guardando in alto sul vulcano, avvistano le Pleiadi nascoste dietro alla vetta proprio nel punto in cui, come fosse un giardino pensile, riposa il vigneto del nostro Carricante. E' un vino rigoroso e delineato come A' Muntagna che si staglia nella notte...

L'Etna vista dal porto di Riposto, in Provincia di Catania. "Ripostu" (Riposto) in siciliano significa "ripostiglio" o "cantina".
Il giornalista Luigi Salvo, presente a Ragusa per l’edizione 2011 della prestigiosa manifestazione Sicilia en primeur, ha decretato i migliori dieci vini assaggiati per Wine Reality.
Tra gli “oltre 350 vini di tutte le zone vinicole dell’isola, un panorama enologico variegato e dalle matrici profondamente diverse”, il nostro Carricante in purezza della Tenuta di Fessina si è guadagnato un’attenzione speciale: “Tra i tanti Carricante dell’Etna, tutti di buon livello, mi piace definire un fuoriclasse il Carricante A’ Puddara ’09 di Tenuta di Fessina, in uscita nel prossimo mese di Giugno, fermentato in botte grande evidenzia viva freschezza, pienezza e mineralità, è pronto a sfidare il tempo”.
“Le 37 aziende Assovini che hanno partecipato all’edizione di quest’anno – continua il post di Luigi Salvo - in generale cercano di applicare una costante ricerca in vigna ed in cantina, si rinnovano per stare al passo con i tempi, propongono vini di nuova concezione che però mantengono uno stretto legame con il territorio e la sua storia. Il segreto è ottenere la piacevolezza di beva e nello stesso tempo la riconoscibilità dei vitigni d’origine nel bicchiere. Nel corso dell’intenso lavoro di tasting i bianchi della vendemmia 2010 hanno mostrato grandissime potenzialità da tutti i vitigni ed in particolare dagli autoctoni Catarratto, Grillo e Carricante. Anche diversi internazionali, con in testa lo Chardonnay, hanno evidenziato meno concentrazione e legnosità proponendosi più freschi e di fruttuosità. Nei rossi la riduzione delle concentrazioni e la maggior finezza gustativa sono ormai ben presenti nella maggior parte dei vini, sia dagli autoctoni Nero d’Avola e Nerello Mascalese, che dagli internazionali, fra i quali emerge il Syrah”.
Wine Reality - 18 03 2011 - A' PUDDARA tra i migliori 10 vini di Sicilia en Primeur - Luigi Salvo
A’ Puddara rappresenta, per noi, una grande sfida con questa grande varietà etnea quale è il Carricante.
Fin dall'inizio della nostra avventura su questo luogo straordinario, l'Etna, avevamo il grande desiderio di misurarci con un Carricante in purezza. Ci mancava il vigneto, ma adesso, fortunatamente, lo abbiamo trovato. Un vigneto ad alberello di 40 anni sospeso sulle pendici dell'Etna ad un' altezza di 900 metri slm, tutto a terrazze. A Santa Maria di Licodia, un suolo sabbioso ricco di scheletro e cenere vulcanica di colore scuro, tipico delle colate dell’Etna, per seimila piante ad alberello con una resa di 70 quintali per ettaro.
Il nome del nostro nuovo vino deriva dalla costellazione delle Pleiadi - in siciliano A' Puddara -, stelle che i pescatori seguivano nei mari siciliani a fine estate.
A’ Puddara, il nostro ETNA DOC Bianco, è prodotto in 2500 bottiglie, di cui 100 magnum.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :