Magazine Talenti

Il confine di Eden (11)

Da Emilioneoteros
Caino si mise in ginocchio, con in mano una selce appuntita che usava per sbucciare la frutta; con pazienza, si diede a incidere i lati della testa di suo fratello, per poi sollevargli delicatamente la faccia, ridotta ad una maschera di pelle spessa. La pulì con la sabbia e la cenere, la raschiò; se la mise addosso, se la premette sulla faccia, e le sue lacrime, impastandosi col grasso e con la cenere, gliela fecero star su.[continua]

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il Confine di Eden (1)

    Caino, la schiena curva per il carico e le mani nere di terra e fuliggine, percorse il viottolo polveroso che divideva la sua tenda ed il piccolo campo dalla... Leggere il seguito

    Da  Emilioneoteros
    RACCONTI, SCUOLA, TALENTI
  • Il confine di Eden (2)

    Anche ad Eva, in quel momento, dovevano forse sfuggire delle lacrime. Non si sarebbe stupito, Caino, di scovarla rimpiattata contro le pareti di casa, la testa... Leggere il seguito

    Da  Emilioneoteros
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il confine di Eden (3)

    Guardò, con un gran sonno addosso, la colonna di fumo che si innalzava verso il cielo, ed il suo invisibile padrone. Non dubitava di riuscirgli gradito;... Leggere il seguito

    Da  Emilioneoteros
    RACCONTI, TALENTI
  • Il confine di Eden (4)

    Ma quel pomeriggio, le colonne di fumo non si alzarono allo stesso modo. Il fumo di Abele salì alto, roteò nel cielo, si sparse a colorare le nuvole, e fu da... Leggere il seguito

    Da  Emilioneoteros
    TALENTI
  • Il "concorso" scade il ...

    "concorso" scade

    E oggi tocchiamo quota tre. Tre mesi dal parto, 90 gg di Cicina e di "Non son più figlio unico" che richiedono un bilancio, per appuntare e non dimenticare, il... Leggere il seguito

    Da  Mammapiky
    TALENTI
  • Il confine di Eden (7)

    E tacque. Caino guardò il cielo. Del suo invisibile padrone, non c'era più traccia. C'erano solo il fumo, e le nubi – e anche queste si stavano diradando in... Leggere il seguito

    Da  Emilioneoteros
    RACCONTI, TALENTI
  • Il pisano, il trucido e il solitario

    pisano, trucido solitario

    Quando la spiaggia è lunga, le probabilità di trovare un posto semi-isolato sono indubbiamente più alte. Ma il fatto di posizionarsi in uno slargo apparentement... Leggere il seguito

    Da  Morgatta
    DIARIO PERSONALE, LIFESTYLE, PER LEI, TALENTI

Magazine