Magazine Attualità

Il fascino del Natale tra valori e consumismo

Creato il 15 novembre 2012 da Yellowflate @yellowflate

Il fascino del Natale tra valori e consumismoLa festa  del Natale è una ricorrenza molto sentita per la religione cristiana. E’ tra il 24 e il 25 dicembre che per questa religione ricorre  la nascita di Gesù Cristo anche se in realtà, a questa data nessun testo fa riferimento.

Il Natale affonda le sue radici in epoche lontane. I Romani  ed altri popoli erano soliti celebrare in quei giorni il Sole. Per i Romani la fine del mese di dicembre era dedicata alla festa dei Saturnali, ossia la sconfitta del buio e al ritorno del Sole. Anche gli antichi Incas e i Babilonesi erano soliti festeggiare il 25 Dicembre come giorno speciale, mentre in Occidente venivano celebrati i riti in onore di Dioniso.

Il fatto che tante religioni distanti fra loro abbiano scelto la medesima data è spiegabile con il fatto che tutti onoravano e celebravano il Sole, elemento indispensabile per la vita contadina. Questa stella scandiva le giornate e dettava i ritmi stagionali. I festeggiamenti in suo onore avevano ripercussioni sulla fertilità, sulla riproduzione e contemporaneamente indicavano l’inizio di un nuovo periodo di prosperità.

I collegamenti fra le antiche celebrazioni e il nostro modo di festeggiare il Natale, sono parecchi. Pensiamo ai regali che vengono scambiati la notte del 24 dicembre: già nell’antica Roma durante i saturnali, si facevano e si ricevevano piccoli regali. Inoltre le luci che adornano l’albero di Natale , sono un ricordo dei falò che venivano accesi per onorare il Sole ed aiutarlo a ritrovare la sua forza.

Certo oggi il Natale ed il periodo festivo che lo precede è scaduto nel consumismo e tropo spesso nello spreco. Anche il simbolo per eccellenza del Natale, Babbo Natale, ha perso il suo tratto di figura mitica per diventare esclusivamente un dispensatore di costosi regali che molto spesso nel giro di pochi giorni verranno accantonati sia dai piccoli che dai grandi.

Fino a qualche decennio fa il regalo di Natale era qualcosa di importante che dimostrava l’affetto per amici e parenti, ora il regalo è un comportamento necessario a fini sociali. Un tempo si festeggiava il Natale in modo semplice. Nelle famiglie c’era un presepe molto semplice o un  albero di Natale tutto naturale. I doni erano pochi ma regalavano tanta felicità. Il Natale era il momento dell’anno in cui ci si ritrovava con semplicità, magari per giocare a carte e all’immancabile tombola. Oggi il nostro è il Natale dell’opulenza e dei regali inutili.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :