Magazine Cultura

Il Gioco del Mondo

Creato il 16 gennaio 2011 da Scrid

E’ già qualche mese che Storia Continua non pubblica una recensione. Questo perchè siamo stati alle prese con la lettura di un libro che è un rompicapo sia per struttura che per contenuti. A dispetto del titolo, che si riferisce al semplice gioco dalla campana, in cui bisogna soltanto saltare attraverso un percorso di caselle numerate disegnate con il gesso sul selciato, “Rayuela” è un romanzo intriso di matefisica.

Il protagonista, Horacio Oliveira, è egli stesso un apprendista filosofo, un eterno studente sempre alla ricerca di qualcosa, di un Centro, il suo “Kibbuz del deisderio” lo chiama, il Cielo che si raggiunge al termine della Rayauela. Ma questo suo passagio dalla Terra al Cielo attraverso le caselle numerate dei quartieri di Parigi prima e di Buenos Aires poi, diventa devastante per chiunque capiti sul suo cammino.

Oliveira sente il bisogno di distruggere i rapporti o, meglio, l’abitudine, la banalità e il conformismo su cui troppo spesso si adagiano le relazioni. Lui rifiuta di accettare la società così com’è, a differenza della donna di cui si scoprirà suo malgrado innamorato, ma non si farà scrupolo di abbandonare. La Maga incarna la semplicità e l’incapacità di reagire alle storture del mondo. “Oliveira”, invece, spiegherà bene Cortazàr “sostiene che si deve demolire una civiltà che ci sta portando inesorabilmente alla bomba atomica” è il 1963 quando il libro viene pubblicato, periodo della psicosi della guerra nucleare “e se la civiltà giudaico-cristianasi è sviluppata per farci finire con un bomba atomica, allora ci siamo sbagliati, bisogna creare qualcos’ altro”.

Per cambiare la realtà, però, bisogna utilizzare strumenti nuovi, non quelli “triti, consunti e bugiardi” del passato. Primo fra tutti il linguaggio e, infatti, Rayuela fu una vera e propria esplosione di novità per la letteratura argentina. Ricordiamo che è un iperromanzo: si compone di 131 capitoli (500 pagine) che si possono leggere seguendo la squenza numerica, oppure, il percorso suggerito dallo stesso autore in apertura del libro.

Quello che Cortazàr scoprirà soltanto in seguito alla pubblicazione, è che chiunque si approcciasse alla lettura di Rayuela lo faceva sempre in modo diverso, secondo un ordine personale dei capitoli, finendo ogni volta per creare una nuova trama che, però non cambiava il senso profondo del romanzo, cioè, non voler insegnare niente, ma soltanto porre delle questioni che scuotessero il lettore dal suo ruolo tradizionale. Indurlo attraverso l’espediente della non linearità a divenire parte attiva della storia.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il gioco delle tre carte

    gioco delle carte

    Editore: Sellerio Data di pubblicazione: 2008 Costo del libro: 8.00 Autore: Marco Malvaldimeke:secondo appuntamento con Massimo, il Bar Lume e l'asilo senile ch... Leggere il seguito

    Da  Kikka
    CULTURA, LIBRI
  • Il mondo nelle mani

    mondo nelle mani

    Oggi vi voglio raccontare di pagine piene di ottimismo, speranza e impegno, che mi hanno fatto ricordare una frase di Gandhi che diceva: siate voi il cambiament... Leggere il seguito

    Da  Zazienews
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • Il gioco delle tre carte

    gioco delle carte

    di Marco Malvaldi - Sellerio L'Asilo Senile del bar toscano di Pineta è ancora di sostegno e incalza il povero Massimo, proprietario del bar stesso, a non... Leggere il seguito

    Da  Paolob
    CULTURA, LIBRI
  • Il Re del mondo

    mondo

    di René Guénon Un lavoro interessante, capitale per chi si occupa di antropologia culturale e di storia delle religioni. Ma ormai datato, come gli altri lavori... Leggere il seguito

    Da  Monicajay
    CULTURA, LIBRI, SPIRITUALITÀ
  • Il gioco degli specchi

    gioco degli specchi

    I ContenutiIn un deposito qualcuno ha messo una bomba. Sembra una storia di pizzo non pagato ma il magazzino era vuoto da tempo; dunque? L’interesse di... Leggere il seguito

    Da  La Stamberga Dei Lettori
    CULTURA, LIBRI
  • Nichelodeon-"Il gioco del silenzio"

    Nichelodeon-"Il gioco silenzio"

    “Musica da vedere, immagini da ascoltare”, questa la frase conclusiva della cartella stampa che anticipa l’uscita de “Il gioco del silenzio”, secondo album dei... Leggere il seguito

    Da  Athos Enrile
    CULTURA, MUSICA
  • Il mondo

    Se il mondo fosse chiaro, l'arte non esisterebbe. (A. Camus)Sito / Blog Personale / Facebook / Anobii / Twitter / Foto / Leggere il seguito

    Da  Gloutchov
    CULTURA