Magazine Società

Il giocoliere

Creato il 26 aprile 2012 da Vidi

Ho letto questo editoriale di Massimo Gramellini sulla Stampa di stamattina e desidero condividerlo con gli amici di blog.
Aggiungendo che non sarebbe male tener conto del suggerimento conclusivo: questa secondo me potrebbe essere la vera, nuova resistenza, ossia cercare non esperti ma persone oneste e con un grande senso della dignità. 

 

Il giocoliere
Torino, semaforo di largo Orbassano. Scatta il rosso e un giocoliere invade l’asfalto per dare spettacolo ai motorizzati in attesa. Purtroppo non è giornata: una clavetta cade a terra e anche il cappellino, invece di roteare diligentemente lungo la schiena, preferisce andarsene altrove. Lo sguardo avvilito, il giocoliere si piega a raccattare gli attrezzi del mestiere. Un uomo su una moto sta per allungargli la moneta d’ordinanza, ma lui sorride e scuote la testa. «No, grazie. Troppo errore», spiega in un italiano stentato. E anziché fare la questua fra le auto in coda, si rifugia sull’aiuola accanto al semaforo per esercitarsi.
Riassumendo: il giocoliere ha rinunciato al compenso perché ha ritenuto la propria prestazione inadeguata, era visibilmente imbarazzato per la figuraccia e invece di sedersi ad aspettare il rosso successivo, magari prendendosela con la sfortuna, ha preferito utilizzare quei pochi secondi di pausa per allenarsi. Ciascuno pensi al proprio ambiente di lavoro e faccia i paragoni che crede. A me basta dare un’occhiata allo specchio per avvertire, al confronto, un pizzico di disagio. L’amico che mi ha raccontato la storia (era l’uomo sulla moto) vorrebbe far ottenere al giocoliere di largo Orbassano la nomina a senatore a vita, con successiva e sollecita ascesa alla presidenza del Consiglio. Perché la sensazione - la sensazione del mio amico, s’intende - è che in momenti come quelli che stiamo vivendo non servano degli esperti, ma dei caratteri.

Massimo Gramellini- La Stampa


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il lavoro

    Se Monti, e il neo ministro Passera hanno una sfida da raccogliere e vincere, è proprio quella del lavoro. Il lavoro che si perde, che viene portato all'estero... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    SOCIETÀ
  • Il “noi” e il “me”

    Quando è fine a se stesso, lo sfoggio di cultura è estremamente fastidioso, però questo vale solo per noi laici: anche quando sembra citare solo per il gusto... Leggere il seguito

    Da  Malvino
    SOCIETÀ
  • Il dilemma

    Punire i corrotti, come vorrebbe la maggioranza degli italiani, o punire i soliti noti (chi ha sempre pagato le tasse, i pensionati, chi ha reddito da... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    SOCIETÀ
  • Il ritornello

    ritornello

    Quando si trova un ritornello, lo si ripete all’infinito. I destrorsi della (ex) maggioranza delusi, accasciati per quello che è accaduto, un ritornello... Leggere il seguito

    Da  Speradisole
    SOCIETÀ
  • Il branco

    branco

    Si chiama 'branco'.Dentro non esistono identita ' singole,pensieri o emozioni individuali.Gli individui nel branco non discriminano,non vibrano nella pelle... Leggere il seguito

    Da  Annarosabalducci
    SOCIETÀ
  • Il puparo e il pupazzo

    puparo pupazzo

    Ci eravamo facilmente illusi un mese fa quando Berlusconi rassegnò le dimissioni. Pensavamo che avrebbe lasciato la scena, avrebbe promosso il suo delfino Alfan... Leggere il seguito

    Da  Oblioilblog
    SOCIETÀ
  • il quizzone

    Ma sì, dai, perché ogni tanto non provare a fare un gioco su questa derelitta pagina web che racchiude le idiozie di questo povero disperato? Che poi sarei io,... Leggere il seguito

    Da  Pesa
    SOCIETÀ

Dossier Paperblog

Magazine