Magazine Cinema

Il grande inganno

Creato il 27 luglio 2010 da Cannibal Kid
Il grande ingannoChloe – Tra seduzione e inganno(USA, 2009)Titolo originale: ChloeRegia: Atom EgoyanCast: Julianne Moore, Amanda Seyfried, Liam Neeson, Max Thieriot, Nina Dobrev
Ci sono film brutti e altri semplicemente inutili. Ci sono anche quei film che possono vantarsi di rientrare in entrambe le categorie yuppidu! ed è il caso proprio di Chloe. La trama è roba da invidiare quella di un porno di infima qualità: una donna, insospettita dal comportamento piacione del marito nei confronti di qualunque essere di sesso femminile, ingaggia una escort per sedurlo. La rivincita delle Veronica Lario? Una profonda discesa negli inferi di una coppia benestante apparentemente perfetta alla Eyes Wide Shut? Ma và, niente del genere, si entra solamente in un’ossessione che però non scaturisce mai nella tensione thriller di un’Attrazione fatale in versione lesbo e persino le scene di “intimità” tra le due protagoniste non provocano molto più di uno sbadiglio.
Il grande ingannoLa biondina Amanda Seyfried (già in Mamma mia, Mean Girls, Jennifer’s Body, Dear John) è carina, ha due belle tettine, è una buona promessa ma non ha la carica sessuale perversa di una Sharon Stone in Basic Instinct (l’1, il 2 non lo considero nemmeno) e questa non è la parte migliore per lei. E anche la rossa Julianne Moore è ben “lontana dal Paradiso”, tanto per citare una delle sue migliori interpetazioni; quanto a Liam Neeson, io quest’uomo non l’ho mai sopportato, ma qui dà veramente prova di avere una sola espressione: quella del pesce lesso. Persino il polpo Paul ha una maggiore mobilità facciale (la foto a lato ne è un lampante esempio...)
Il grande ingannoPer rimanere in tema acquatico, la trama non sapendo più che pesci pigliare ci mette dentro pure il figlio della coppia, a formare un quadrangolo amoroso che prometterebbe grandi, gargantuesche tensioni sessuali, in un thriller enigmatico ed eccitante. Invece fa addormentare. Il finale (che non vi svelo, sebbene ci sia ben poco da svelare) vorrebbe essere chissà quale grande rivelazione. Invece sembra semplicemente una gran cazzatona.Rimango esterrefatto dal fatto che un regista (relativamente) di buon livello come Atom Egoyan, un tempo autore de Il dolce domani e Il viaggio di Felicia, con un cast (relativamente) di buon livello, possa sprecare soldi e tempo per fare una roba del genere. Ciò che dà fastidio è che la pellicola è pure girata con una certa raffinatezza e cura. Peccato sia un contenitore esteriormente gradevole, totalmente vuoto dentro.Chloe, tra seduzione (poca) e inganno (molto).(voto 3,5)
Se proprio volete, trovate il film QUI

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il regno di Ga'Hoole

    regno Ga'Hoole

    Prendete 300. Fatto? Sostituite a piacere barbagianni, civette e gufi a spartani, persiani e greci vari. Fatto? Girate dieci minuti di scene ed estendetele a... Leggere il seguito

    Da  Jackragosa
    ANIMAZIONE, CINEMA, CULTURA
  • “Water – Il coraggio d’amare”

    “Water coraggio d’amare”

    2005: Water di Deepa Mehta Candidato all’Oscar 2007 come miglior film straniero, vincitore del Toronto International Film Festival, patrocinato da Amnesty... Leggere il seguito

    Da  Cinemaleo
    CINEMA, CULTURA
  • Il rifugio

    rifugio

    Anche Il rifugio conferma, nel bene e nel male, la cifra cinematografica degli ultimi film di Ozon, soprattutto se si pensa a Ricky (2009) e 8 donne e un mister... Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA
  • “Il dubbio” (1961)

    dubbio” (1961)

    1961: The Naked Edge di Michael Anderson Uno dei più riusciti «gialli» degli anni 60, impreziosito dalla presenza di due massime star. Leggere il seguito

    Da  Cinemaleo
    CINEMA, CULTURA
  • Il senso di Draquila

    Ieri con un blitz a Marcianise sono andata a vedere Draquila, perchè, considerando che ormai è uscito da 2 settimane, mi è venuto in mente che forse non... Leggere il seguito

    Da  Faith
    CINEMA, CULTURA, SOCIETÀ
  • Il «poliziottesco» anni 70

    «poliziottesco» anni

    In tempi di crisi, il revival è sempre più in auge. Dal 25 Giugno al 5 Settembre 2010 al Museo di Roma in Trastevere la mostra “Cinema di Piombo. Leggere il seguito

    Da  Cinemaleo
    CINEMA, CULTURA
  • “Il rifugio”

    rifugio”

    2009: Le refuge di Francois Ozon Più amato in patria che all’estero, il regista è noto per la sua poliedricità e per dividere i critici. Leggere il seguito

    Da  Cinemaleo
    CINEMA, CULTURA