Magazine Cultura

Il Jazz

Da Robertocassandro
Il JazzIl jazz è caratterizzato dalla preminenza dell'interprete sul compositore e da un forte ricorso all'improvvisa- zione e dall'uso delle blue note.
Nasce come musica di intrattenimento di dubbia reputazione, si dice nata nei bordelli di New Orleans, ma arrivò ad occupare il posto d’onore fra i generi leggeri tra gli anni 20 e 30 nell'era dello Swing.
I caratteri di musica d'arte che erano presenti fin dagli inizi andarono accentuandosi per diventare dominanti ed essere riconosciuti attorno agi anni 50, quando gli anni dei grandi successi commerciali erano ormai finiti.
Il JazzCome detto caratteristica peculiare della musica jazz è senza dubbio l'improvvisa- zione ,che partendo dalla semplice variazione sul tema iniziale, ha assunto via via sempre maggiore importanza, fino ad assumere, nella forma chiamata Free Jazz, la completa preminenza sul tema.
Le blue note hanno origine dalle scale pentatoniche (a cinque note) utilizzate dagli schiavi afroamericani, note di accordi maggiori abbassati di un semitono e suonate e cantate in modo leggermente calante.
Queste note, come detto utilizzate in una cornice armonica di accordi maggiori, creano quell'atmosfera indefinita, “stonata” tipica del blues e quindi del jazz.
L'aggettivo blue in inglese è connesso al senso di nostalgia e di tristezza tipico della musica afro-americana.
Il JazzUna jazz band oggi, finite le grandi orchestre, che entrarono in profonda crisi alla fine degli anni 30, nel periodo d'oro dello Swing, è un gruppo di dimensioni limitate.
La combinazione più frequente è il quartetto costituito da una sezione ritmica composta da batteria, basso e pianoforte e da una solista sassofono o tromba.
Nell'ambito della piccola formazione sono possibili cambiamenti, per quello che riguarda la consistenza numerica, e si trovano esempi di performance solistiche (spesso, ma non sempre, si tratta di pianoforte), fino ad arrivare al nonetto formazione che comincia già ad assumere caratteristiche orchestrali.
Si hanno anche diverse combinazioni per quello che riguarda la qualità degli strumenti coinvolti: si hanno esempi di jazz suonato solista con la maggior parte degli strumenti orchestrali, perfino oboe e arpa.
Il JazzPer lungo tempo territorio privilegiato dei musicisti afro americani è oggi suonato, composto e ascoltato ovunque in tutto il mondo.
Per questo il jazz oggi è diverso, i contatti con le diverse culture e tradizioni hanno dato vita ad una musica che ha perso la sua tipicità afro americana per diventare molto world music, dove viene accentuata l'improvvisazione e la caratteristica di musica colta.
Il mio jazz, il jazz che ascolto, è quello che arriva fino al free jazz,un genere che non mi piace e che ha condizionato comunque la musica che dopo gli è succeduta.
Ornette Coleman lo inventa nei primi anni 60, non ha nessun riscontro commerciale, ma crea una scuola che definisce definitavamente la caratteristica imposta al jazz di musica colta, musica d'elite, che non tutti possono ascoltare e capire.
Il mio jazz non è questo, è una musica che nasce nei bordelli di New Orleans, inventata e suonata dalla comunità nera americana e che è rimasto legato, come il blues, a questi musicisti, a questa cultura, ai campi di cotone, alle difficoltà che trovava un nero ad imporsi ed a realizzarsi.
La storia del mio jazz quindi parte dagli anni 20 e si ferma appunto ai primi anni 60, un periodo meraviglioso, ricco di personaggi e talenti unici.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il Jazz dal 1900 al 1930

    Jazz 1900 1930

    La maggior parte delle testimonianze indica in New Orleans la città dove nascono le prime formazioni che suonavano la musica che sarebbe stata chiamata "jass"... Leggere il seguito

    Da  Robertocassandro
    CULTURA, JAZZ / BLUES, MUSICA
  • Vicenza Jazz 2010

    Vicenza Jazz 2010

    15° Edizione7-15 maggio 2010"Allonsanfàn: il jazz di là dalle Alpi"New Conversations – Vicenza Jazz 2010 si terrà dal 7 al 15 maggio, con un prologo il 6 maggio... Leggere il seguito

    Da  Rebiolca
    CULTURA, JAZZ / BLUES, MUSICA
  • A 93 anni Morta Lena Horne, sex symbol del jazz

    anni Morta Lena Horne, symbol jazz

    Bellissima, sofisticata, chiamata «la tigre» per il suo fascino aggressivo: una vera pin up della sua epoca. La cantante, ballerina e attrice Lena Horne s’è... Leggere il seguito

    Da  Sophielamour
    CULTURA, JAZZ / BLUES, MUSICA
  • Chick Corea e Stefano Bollani - Verona Jazz Festival 01/07/2010

    Chick Corea Stefano Bollani Verona Jazz Festival 01/07/2010

    Il concerto mi ha sorpreso. Non mi aspettavo una performance di questo livello.Corea ha avuto modo di dire di Bollani “amazing genius” ma lui non è stato da... Leggere il seguito

    Da  31canzoni
    CONCERTI E FESTIVAL, CULTURA, JAZZ / BLUES, MUSICA
  • Bergamo Jazz Festival 2010

    Bergamo Jazz Festival 2010

    Bergamo è un ottimo posto dove organizzare un festival jazz! Questo grazie a uno degli aeropori milanesi, usato soprattutto dalle linee low cost, che la... Leggere il seguito

    Da  Rebiolca
    JAZZ / BLUES, MUSICA
  • I migliori CD Jazz del 2009

    migliori Jazz 2009

    Come ogni anno ecco la mia lista con il meglio del jazz 2009. Ribadisco ancora una volta che la classifica è meramente indicativa e va considerata come una sort... Leggere il seguito

    Da  Rebiolca
    JAZZ / BLUES, MUSICA
  • Le serate di Jazz...

    Continua nella sede di Caffè Letterario la rassegna musicale "Jazz al Sax".Continuano quindi per tutti gli appassionati, le serate fra note jazz, blues, e... Leggere il seguito

    Da  Caffeletterariolugo
    CULTURA, EVENTI, MUSICA