Magazine Cucina

Il Labneh ,anche se sembra....e l'autoproduzione che avanza

Da Saramartina21

Il Labneh ,anche se sembra....e l'autoproduzione che avanza
Quell'espressione un pò cosi, quella faccia un pò cosi che abbiamo noi..... quando osserviamo qualcosa che hanno creato le nostre mani, la nostra pazienza, e perchè no, anche la nostra curiosità. Mi perdonerà Paolo Conte se utilizzo in maniera impropria le parole della sua famosissima canzone. Ma la canticchio ogni volta che sono di fronte ad una "Autoproduzione". Qualcosa realizzato da me. E' vero. Farsi le cose da soli comporta pazienza, dedizione, attesa. Ma il risultato ripaga di ogni fatica
Il Labneh ,anche se sembra....e l'autoproduzione che avanza
E poi l'estate con i suoi ritmi rallentati sonnolenti presta il fianco all'attesa. Al progetto e alla realizzazione. E alla scoperta di quello che mai avresti detto. Io mi sono scoperta paziente. Non avrei scommesso un soldo su questo lato del mio carattere. Io, che corro persino quando cammino. Io che cerco la soluzione semplice a qualsiasi problema. Io sono paziente. Ve lo ricordate lo yogurt che abbiamo fatto noi con minimo spreco di energia e di risorse? Ne abbiamo parlato QUI. Quello yogurt è la base per la realizzazione di tante cose. Una di queste  è il labneh. Soffice formaggio libanese. Un ottimo equilibrio tra dolce e acido. Una base anch'esso per ottenere squisiti piatti che mano mano proverò. Però sapete una cosa? A me 'sto formaggio mi ricorda tanto uno che è presente da tempi immemorabili sulle nostre tavole... La consistenza e il sapore sono quelle.
Il Labneh ,anche se sembra....e l'autoproduzione che avanza
Farlo è semplicissimo. Basta una nottata di riposo. E poi potete gustarlo da solo, al naturale. o aromatizzato con basilico,origano,un pò di pepe. Come base per delle squisite tartine:
Il Labneh ,anche se sembra....e l'autoproduzione che avanza
Il Labneh ,anche se sembra....e l'autoproduzione che avanza
LABNEH 500 gr yogurt (possibilmente autoprodotto, ricetta QUI) 1 cucchiaino scarso di sale fino (ma potete anche ometterlo,il gusto del labneh sarà più dolce) Solo questi due ingredienti! Allora procuratevi o delle garze o un tovagliolo possibilmente bianco ( procuratevene uno che laverete solo col sapone di marsiglia senza ammorbidente e che terrete da parte sempre per questo uso). Prendete anche un colino a maglie fitte e un contenitore dove poggiare tale colino,in maniera tale che lo yogurt possa scolare liberamente senza toccare il fondo del contenitore. Foderate con il tovagliolo il colino e adagiatevi lo yogurt previsto, nel quale avrete sciolto il sale. Appoggiate il colino sopra un contenitore e mettete in frigo per almeno otto ore. Al termine di questo periodo troverete del siero nel contenitore e il labneh formato all'interno del tovagliolo. Non vi resta altro che trasferirlo in un contenitore e gustarlo nella maniera che più vi piace!
Il Labneh ,anche se sembra....e l'autoproduzione che avanza
Il Labneh ,anche se sembra....e l'autoproduzione che avanza
Il Labneh ,anche se sembra....e l'autoproduzione che avanza


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il Cigno

    Cigno

    con lo sperlucchino tracciare la forma del cigno sulla buccia dell'anguria per una profondita di 4 mm,(e consigliabile le prime volte di tracciare il disegno co... Leggere il seguito

    Da  Supremo
    CUCINA, RICETTE
  • Il babà

    babà

    Lo sanno tutti che non sono una brava decoratrice. Le mie torte son bruttissime, faccio ammenda. Ho da dire a mia discolpa che son buone, soprattutto quelle... Leggere il seguito

    Da  Missmou
    CUCINA, RICETTE
  • Il cotogno

    cotogno

    CONTINUIAMO A CURARE IL GIARDINOPOST N.3Il cotogno è un albero particolare, per me, perchè dà delle mele che sono immangiabili, ma sono ottime per preparare la... Leggere il seguito

    Da  Passioniecuriosita
    CUCINA, DIARIO PERSONALE
  • Il miele

    miele

    “Il miele è il prodotto alimentare che le api (Apis mellifera) producono dal nettare dei fiori o dalle secrezioni provenienti da parti vive di piante o che si... Leggere il seguito

    Da  Gftl
    CUCINA, SALUTE E BENESSERE
  • Il segnato

    segnato

    Regia: Christoper LandonOrigine: USAAnno: 2014Durata: 84'La trama (con parole mie): Jesse, giovane appena diplomatosi, vive in periferia ed è da sempre... Leggere il seguito

    Da  Misterjamesford
    CINEMA, CULTURA
  • Il fischio

    fischio

    Non era uno squillo di un cellulare. No, assolutamente no! E nemmeno esisteva. Associo quel tempo ai telefoni con la rotella che dovevi aspettare che si... Leggere il seguito

    Da  Giuseppe Melillo
    ITALIA, SUD ITALIA & ISOLE, VIAGGI
  • Il Protagonista

    Protagonista

    Per la prima volta in questa stagione il Protagonista verra’ assegnato ad un difensore, sarebbe a dire Adil Rami,  infatti la 25a giornata tra gli altri... Leggere il seguito

    Da  Tuttocalcio
    CALCIO, SPORT