Magazine Cultura

Il matrimonio

Creato il 19 novembre 2013 da Daniele
Il matrimonio
Sono contrario a questa usanza secolare, non mi affascina devo dire, vuoi perché oggi é un bene commerciale, é diventato un giorno dove apparire non ha prezzo, infatti si spende una marea di soldi, molti lo fanno per tradizione, molti per tranquillizzare la propria moglie che fanno sul serio, non c'é spiritualità nel matrimonio d'oggi, si arriva all'altare completamente dormienti, privi di sapere cosa sia l'amore e come condividerlo per tutta la vita con il proprio partner.Quando due si amano e sono consapevoli del proprio intelletto, non hanno bisogno di manifestare al popolo la loro intenzione, sopratutto allo stato, che vuole unirsi alle nozze con tasse e avvocati.Oggi diciamolo, il matrimonio é business, non é una favola d'amore, sentirsi principessa per un giorno é un desiderio infantile privo d'intelligenza. C'é addirittura chi paga il prete per la messa nunziale, per non parlare dei regali, che oramai sono diventati molto dispendiosi, vedi liste nozze in negozi chic. Il vero senso del matrimonio sarebbe quello di condividere per sempre un amore sincero, un amore intelligente, un amore eterno tra due spiriti consapevoli, c'é addirittura chi si sposa per garantirsi l'accoppiamento sicuro. Adesso non voglio offendere nessuno ma io rimango contrario a questa festa popolare commerciale. Con la mia compagna celebrerò il matrimonio in casa, lontano da preti e avvocati, due persone intelligenti non hanno bisogno di contratti per stabilire che il loro é vero amore, ma conosciamo il vero amore? Non é che si tratta solo di sesso certificato? Insomma non si spenderà 10000 euro solo per certificare la sessualità, la promessa di non tradire. Questo teatrino sociale vuole trasformare il matrimonio in un business senza limiti, all'americana, loro ormai sono avanti in fatto di stupidaggini, in america é tutto più grande.Il matrimonio quello vero é del cuore e dell'anima, comunicando al mondo intero del vostro matrimonio non assicurerà l' eternità dell'atto, ci vuole testa e cuore per amarsi per sempre, non il portafoglio.
Daniele Tolu

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :