Magazine Lifestyle

Il matrimonio di Kahlin Gibran

Creato il 04 settembre 2012 da Ilgiornochevorrei
Ciao!!!
Ben ritrovate, spero abbiate passato delle belle vacanze, che vi siate riposate, che vi siate rigenerate. Le mie sono state vacanze molto tranquille, durante le quali ho goduto della compagnia della mia famiglia, degli amici, di qualche buon libro, ho cercato di rigenerare soprattutto il mio spirito, staccando completamente la spina.
Proprio per questo non è stato facilissimo il rientro, soprattutto quando si abbandonano 40° ed un cielo blu, per trovarne 17° con un cielo grigio, ma va bene comunque...
...qualche tempo fa ripensando ad una mia "vecchia" coppia di clienti, mi è tornata in mente una bellissima poesia di Kahlin Gibran che amo molto.
Voglio proporvela oggi dedicandola ai novelli sposini e a tutte le giovani coppie che stanno per sugellare il loro sogno d'amore.
Il matrimonio di Kahlin Gibran  Voi siete nati insieme, e dovrete sempre stare insieme.Starete insieme quando le bianche ali della morte disperderanno i vostri giorni.Sì, starete insieme anche nella memoria silenziosa di Dio.Ma che ci siano spazi nel vostro stare insieme, E che i venti del cielo danzino tra di voi.Amatevi vicendevolmente, ma il vostro amore non sia una prigione:Lasciate piuttosto un mare ondoso tra le due sponde delle vostre anime.Riempitevi la coppa uno con l'altro, ma non bevete da una sola coppa.Scambiatevi a vicenda il vostro pane, ma non mangiate dallo stesso pane.Cantate insieme e danzate e siate allegri, ma che ciascuno sia solo.Come le corde di un liuto, che sono sole, anche se vibrano per la stessa musica.Datevi il vostro cuore, ma non lo date in custodia uno dell'altro.Perché solo la mano della Vita può contenere i vostri cuori.E state insieme ma non troppo vicini:Poiché le colonne del tempio sono distanziate, e la quercia e il cipresso non crescono l'una all'ombra dell'altro. ...che la nuova stagione abbia inizio...
A presto

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il viandante

    viandante

    Lord Alfred era il padrone di un feudo prospero e agiato, situato alle pendici di una montagna. Il suo carattere piuttosto irascibile gli aveva valso la nomea d... Leggere il seguito

    Da  Connie
    ALTRO LIBRI, LIBRI
  • Il Salto

    Salto

    Sembra che ogni spunto sia buono per discutere. Oggi due articoli, di Alex e di Gianluca, che a modo loro fanno un terzetto col mio dell’altro ieri. Leggere il seguito

    Da  Elgraeco
    CINEMA, CULTURA
  • Il cane

    cane

    Noi mentre il mondo va per la sua strada, noi ci rodiamo, e in cuor doppio è l’affanno, e perché vada, e perché lento vada. Tal, quando passa il grave carro... Leggere il seguito

    Da  Lara
    TALENTI
  • Il Testimone-il Testimone

    Testimone-il Testimone

    17 Aprile 2012 A cura di: Francesco Cerisola Il Testimone (Alberto Fabi, Matteo Brodi, Massimo Polenzani, Nicola Matteaggi, Matteo Carbone), già conosciuti... Leggere il seguito

    Da  Iyezine
    MUSICA
  • Il simbolo

    Ecco, se proprio si dovesse trovare un’immagine simbolica di che cos’è stato il berlusconismo – questa piaga di caramellosa cialtroneria assurta a sistema di... Leggere il seguito

    Da  Gadilu
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • Il Monticomio

    Monticomio

    Il premio nobel Stiglitz castiga duramente Monti, fa a pezzi la dottrina Merkel sulla quale si basa ossessivamente tutta l’azione di governo, dice che... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Il cane, il gatto, il topo

    cane, gatto, topo

    C’era una volta una casa normale, abitata da gente normale, in cui vivevano un cane, un gatto e un topolino, solo che loro non erano del tutto normali, o... Leggere il seguito

    Da  Fiaba
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI

Magazine