Magazine Cultura

Il miglior videogioco zombie della storia

Creato il 01 novembre 2014 da Masedomani @ma_se_domani

Poi uno dice: “Come si fa un sondaggio?”.

Non volendosi affidare esclusivamente a quanto viene detto online, la cosa migliore che si può fare è inforcare un paio di scarpe da ginnastica e verificare sul campo. Quindi, volendo verificare quale sia il gioco di carattere zombesco migliore disponibile sul mercato, cosa fare di meglio se non segnarsi su una mappa quattro o cinque negozi di videogame e andare il tastare il polso degli esperti?

Dopo un attimo di smarrimento sul mimetismo da impiegare – difficile spacciarmi per un 17enne – mi sono lasciato trascinare, scoprendo che la realtà videoludica non è affatto popolata da nerd liceali. L’eta media dei clienti era sorprendentemente elevata, e solo un 25% utilizzava la pietoso scusa del “cerco il gioco X, sa è per mio figlio”: gli altri confessavano tranquillamente di essersi preparati da settimane a lunghe sessioni davanti alla Play.

E per tornare al sondaggio, il risultato è stato una sorta di incoronazione: tutti – e dico tutti – i commessi intervistati hanno citato immediatamente lo stesso titolo, ed uno mi ha addirittura dato modo di giocarci un po’. Signore e signori, vi presento il miglior game zombesco in circolazione:

120px-The_Last_of_Us_logo

Originariamente concepito per Playstation 3 e recentemente “remastered” anche per Play 4, “The last of us” è molto più di un gioco dalle cupe atmosfere: si tratta di una vera e propria avventura grafica, magistralmente concepita, in grado di mescolare generi videoludici differenti quali combattimenti corpo a corpo, porzioni stealth alla-maniera-di-splinter-cell e le tradizionali sparatorie.

Ma non è la sola commistione di generi a rendere “The last of us” un gioco da non perdere. E, sorprendendovi, affermerò che non è neppure la grafica, di cui comunque vi lascio un assaggio per farvi capire di cosa stiamo parlando:

(impressionante eh?)

No, il vero motivo per cui vale la pena spendere delle ore con il controller in mano è la solidissima trama, in cui un uomo da un cuore di pietra (il giocatore) ed una quattordicenne preziosa (gestita dall’intelligenza artificiale) devono superare una serie di ostacoli in uno scenario post-apocalittico di un mondo sconvolto da una epidemia. Di città in città, di avventura in avventura, il protagonista scoprirà una forma di rapporto umano a lui sconosciuto, e vi sorprenderete attaccati alla vicenda come durante un film.

the last of us gioco zombie

In modalità giocatore singolo, si tratta di più di 17 ore di gioco (…), la modalità multiplayer è ugualmente intrigante anche se perde forse un filo di poesia; i legami con il mondo della cinematografia sono assolutamente evidenti, e non potevano che produrre due risultati immediati.

Il primo: nel marzo del 2014 è stata annunciata l’intenzione di trarre un film dal videogioco.

Il secondo: l’attrice che impersona Ellie, l’adolescente un po’ misteriosa e verso cui si scatenano ondate di iperprotettività è diventata immediatamente un personaggio di culto per la comunità dei gamers.

Ashley-Suzanne-Johnson

Insomma, questi sono proprio i giorni giusti. Se amate i giochi che non si limitino al puro sparatutto o al ti-riempio-di-cazzotti-finché-respiri, farà senza dubbio per voi.

Alfonso d’Agostino



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il ciclone

    ciclone

    Un Ciclone che una volta passato ti lascia più felice di come ti ha trovato. Titolo: Il ciclone Cast: Leonardo Pieraccioni, Lorena Forteza, Barbara Enrichi,... Leggere il seguito

    Da  Sbruuls
    CINEMA, CULTURA
  • Il codice

    codice

    Titolo: Il codice Autore: Douglas Preston Editore: Sonzogno Pagine: 411 e book: disponibile “Saluti dal morto”: così si congeda l’eccentrico Maxwell Broadbent... Leggere il seguito

    Da  Destinazione Libri
    CULTURA, LIBRI
  • Il rosso e il blu

    rosso

    Quando la macchina da presa entra nelle aule scolastiche, a me capita spesso di indossare occhi diversi. Mi capita ad esempio di ricominciare a guardare quegli... Leggere il seguito

    Da  Valentina Orsini
    CINEMA, CULTURA
  • Il maialibro

    maialibro

    Anthony Browne,Ed. Kalandraka, 2013IllustratoEt di lettura: scuola d'infanzia (dai 5 anni), scuola primariaQuando per 4 anni ho vissuto con il mio compagno in... Leggere il seguito

    Da  Milena Z
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • Il cecchino

    cecchino

    Regia: Michele PLacidoInterpreti: Daniel Auteuil, Mathieu Kassovitz, Olivier Gourmet, Francis Renaud, Luca ArgenteroTrama: Mattei, capitano della Polizia... Leggere il seguito

    Da  Beatrixkiddo
    CINEMA, CULTURA
  • Il Conformista

    Conformista

    Spesso si sceglie di descrivere il regime fascista come un'ombra che ha avvolto e sottomesso l'Italia per decenni, limitandosi a racchiudere in questa metafora... Leggere il seguito

    Da  Mattia Allegrucci
    CINEMA, CULTURA