Magazine Diario personale

Il momento di azzardare

Da At
Il momento di azzardare
Sono anni che si parla di casinò in riviera e credo che siamo molto prossimi alla caduta di questo tabù. I motivi per giustificare l'apertura delle case da gioco sono ormai numerosi:
  • sarebbe un grande incentivo per aumentare le presenze ormai sempre più in calo (anche se si tratterebbe del tipico cliente "mordi e fuggi", anzi "toccata e fuga" dove la toccata è profonda e ininterrotta per tutto il tempo del soggiorno); 
  • gli albergatori sarebbero finalmente legittimati a pretendere il saldo del conto in anticipo;
  • nel 2010 gli italiani hanno speso più di tutti in Europa (60 miliardi di euro) tra concorsi, lotterie, scommesse, giochi on line, grattaevinci, ecc., non corrono più il rischio di ammalarsi con il gioco d'azzardo: lo sono già;
  • mancano luoghi in cui i turisti possano trascorrere il tempo quando piove: ci sono solo i centri commerciali e anche lì si buttano via un sacco di soldi;
  • siamo pieni di night-clubs, impedire l'apertura dei casinò sarebbe una discriminazione insopportabile;
  • c'è già tutto, manca solo questo;
sicuramente se ne aggiungeranno altri con la riapertura del dibattito. Per adesso sappiamo che la strada verrà aperta dal primo casinò elettronico a Riccione. Rimpiazzerà una storica sala-giochi sul lungomare vicino a viale Ceccarini.La notizia ha surriscaldato le poltrone degli amministratori e dei politici sammarinesi che infatti sono balzati in piedi sollecitando la modifica della norma che da 58 anni impedisce l'apertura di un casinò con tutti i crismi sul Titano. Ormai non ci sono più ragioni valide per quel divieto, soprattutto dopo che i loro centri commerciali si sono svuotati a causa della concorrenza dei vari iper e outlet italiani e dopo che Tremonti ha dichiarato guerra all'antica Repubblica. Molte banche e società finanziarie stanno già chiudendo, l'apertura di un casinò non può più essere differita. Tanto il risultato sarà lo stesso: un mucchio di denaro scomparirà nel nulla.Le vacanze degli altri

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il congresso

    Visto che oramia sono al correo ogni giorno,l;estate incombe,rispondo al commento di Daria che mi chiede qualcosa sul congresso del Partido. Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il pensiero debole

    pensiero debole

    LUCIANA LITTIZZETTO Siam tutti isterici. Velenosi come amanite muscarie. Anche Gattuso. L’avete visto? Un gatto che gli han dato fuoco alla coda. Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il venditore di sangue

    venditore sangue

    E' un messicano ma bianco come il latte e con grandi labbra,ha un cappello floscio perennemente calcato sulla testa,uno di quelli che portano i pescatori,avra'... Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il sol dell'avvenire.

    dell'avvenire.

    Ma tu ti sei mai chiesto perché trovo sempre così belle le foto di un tramonto o un'alba?Per non parlare degli originali. Solo che in genere nel frattempo sei... Leggere il seguito

    Da  Vilipendio
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • il regalo più grande

    regalo grande

    Vorrei mi facessi un regalo Un sogno inespresso Donarmelo adesso Di quelli che non so aprire Di fronte ad altra gente Perché il regalo più grande È solo nostro... Leggere il seguito

    Da  Saraconlacca
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il male maggiore

    male maggiore

    “Questo non è che il male minore”, “no, è quello il male minore”, “il male minore? è andato di là”.Ma il male maggiore, invece, qual è? te lo sei mai chiesto?... Leggere il seguito

    Da  Vilipendio
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • il lupo Mannarino

    lupo Mannarino

    Aò ma te de dove sei? So de Roma perché? Eh, perché io me “So M’briacato” de una donna. Azz, allora so dolori Ciai ragione, so dolori ma la rivesto de... Leggere il seguito

    Da  Olivierifrancesco
    CULTURA, DIARIO PERSONALE, MUSICA, RACCONTI, TALENTI