Magazine Cinema

IL MONDO DI ARTHUR NEWMAN (Arthur Newman)

Creato il 02 febbraio 2014 da Ussy77 @xunpugnodifilm

49579Vorrei diventare un golfista professionista…

Debutto alla regia rivedibile per Dante Ariola. Il mondo di Arthur Newman (Arthur Newman, 2012) è un film prevedibile e privo di coraggio. Una pellicola che si lascia trascinare, senza guizzi di originalità, fino alla conclusione.

Wallace Avery, divorziato, con un figlio adolescente che non vuole nemmeno vederlo e una ragazza di cui non è innamorato, decide di inscenare la propria morte e fuggire (con documenti nuovi) verso l’Indiana. Il suo scopo: spacciarsi per un golfista professionista di nome Arthur Newman. Durante il suo viaggio, in una piscina di un motel, incontra Mike, una giovane donna che pare condividere il suo desiderio di essere chiunque fuorché se stessa.

Seppur Colin Firth sia azzeccato per il ruolo del timido e in crisi di mezz’età, la pellicola non gli rende giustizia e si adagia sulla prevedibilità di una sceneggiatura già vista e rivista e su un progressivo svolgimento insipido e privo di originalità. Difatti il protagonista ed Emily Blunt (nel ruolo di una dark lady in cerca di una nuova esistenza) si muovono attraverso una provincia americana carica di stereotipi (motel a basso costo, volti deturpati dal tempo e mancanza di seconde chance), ma priva di un’originale caricatura metaforica. Il coraggio non manca solo ad Arthur Newman (uomo in perenne crisi esistenziale e alla ricerca di una nuova vita più appagante), ma all’intera pellicola, che prende ispirazione da Ferro 3 - La casa vuota (Bin-Jip 3 - Iron, 2004) di Kim Ki-Duk, ma non ne possiede la stessa ambigua e introspettiva carica umana.

Il mondo di Arthur Newman è un film che si lascia guardare, ma allo stesso tempo si dimentica facilmente. Un’opera che mette in fila una sfilza di eventi prevedibili e che non trovano sfogo in qualche cambiamento di ritmo oppure in qualche variazione di registro. Piatto, insapore e incolore, Il mondo di Arthur Newman brancola nel buio di uno script, che prova a inseguire un sogno (americano?), che vuole evitare di scivolare nel melò spiccio (eppure ci finisce, eccome) e che  alla fine non riesce a mettere a nudo le ferite e a provocare empatia nello spettatore.

Uscita al cinema: 5 settembre 2013

Voto: **


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • L’ultimo teorema – Arthur C. Clarke, Frederik Pohl

    L’ultimo teorema Arthur Clarke, Frederik Pohl

    10 ottobre 2013 Lascia un commento Recupero questo Urania uscito esattamente un anno fa, per tantissime ragioni. Rileggere ancora Clarke e’ ovvio, nel dolore e... Leggere il seguito

    Da  Maxscorda
    CINEMA, CULTURA, LIBRI
  • Il mondo di Mad

    mondo

    Anna Di Francisca, regista e sceneggiatrice italiana nota per lo più per la direzione de "La bruttina stagionata" (1996), attraverso "Il mondo di Mad" ci offre... Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA
  • Il mondo di Arthur Newman di Dante Ariola

    mondo Arthur Newman Dante Ariola

    Rubare una vita, quella di un uomo morto, e lasciare che la propria identità vada dispersa tra le congetture altrui, tra i malumori delle esistenze lasciate a... Leggere il seguito

    Da  Spaceoddity
    CINEMA, CULTURA
  • Il treno - John Frankenheimer, Arthur Penn (1964)

    treno John Frankenheimer, Arthur Penn (1964)

    (The train)Visto in tv.Un treno carico di opere d'arte rubate da un milite nazista parte da Parigi per la Germania poco prima dell'arrivo degli alleati. Leggere il seguito

    Da  Lakehurst
    CINEMA, CULTURA
  • Il mondo di arthur newman

    mondo arthur newman

    Titolo originale: Arthur NewmanPaese: U.S.A.Anno: 2012Genere: drammaticoDurata: 101 min. Regia: Dante AriolaSceneggiatura: Becky JohnstonCast: Colin Firth, Emil... Leggere il seguito

    Da  Hovogliadicinema
    CINEMA, CULTURA
  • Arthur Penn

    Furia selvaggia (Billy The Kid) (1958) Anna dei miracoli (The Miracle Worker) (1962) Il treno (The Train) (1964) (non accreditato; licenziato, rimpiazzato da... Leggere il seguito

    Da  Alejo90
    CINEMA, CULTURA
  • Il magico mondo di Oz

    magico mondo

    Dopo il "Grande e potente Oz" di Sam Raimi, ideale prequel della famigerata avventura della ragazzina dalle scarpette rosse, arriva sul grande schermo un... Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA