Magazine Diario personale

Il pensiero debole

Da Astonvilla
Posso dire che c'hanno sfrantecato? C'hanno fatto le palle alla sbrisolona… c'hanno tolto l'acqua alle olive guarda. Come sento dire «Delitto di Avetrana» mi premo l'aorta con le dita e vado in svenimento controllato. CHE DUE GIGANTISSIME, STRATOSFERICISSIME, VISTOSSISSIME, GONFISSIME E DOLOROSISSIME… palle aggiungetelo voi. E poi si stupiscono che la gente la domenica invece di andare all'ippodromo o alla sagra della polpetta faccia la fila per vedere la villetta di Avetrana. Cadono dal pero capisci? «Ma com'è possibile che ci siano tutti questi curiosi?». Com'è possibile? E' colpa tua, che fai ore e ore di trasmissione su una disgrazia. Che c'hai gli inviati tuoi 24 ore su 24 davanti al cancello… Balenga.
Perché ormai non basta più il fattaccio di cronaca nera. No. Ci vuole il dettaglio, il particolare… il graffio, la corda, l'impronta… Perché poi ci sono gli psicologi e i criminologi in studio… che commentano: ecco vedete? Lui piega il sopracciglio a forma di baffo di castoro. Vuol dire che mente, il colpevole è lui. Poi dicono che è la cugina… alè riparte il torrone. E' lei, in questo filmato si soffia tre volte dal naso e piega un orecchio come i dingo delle praterie… Poi cambiano di nuovo versione… E' lui che si è spremuto il pacco con la vanga e ha piegato l'ascella come le capinere.
E i tg fanno lo stesso. O ci parlano di disgrazie e o di boiate. La via di mezzo, la notizia normale non c'è. Non esiste più. Prima si parla del tipo che si scatafratta dal burrone e poi se quest'anno va di moda la mini giropassera o la palandrana. Passi dal serial killer che sega le donne col minipimer, alla novità dall'America: le dentiere coi denti da vampiro per anziani che vogliono festeggiare Halloween. Fine. In mezzo, nulla. Notizie di politica seria, cultura, società normale, zero. In pratica, ci danno da mangiare o lo spezzatino di bue grasso che ti resta sullo stomaco o gli chantilly che si sciolgono in bocca.Olo stinco di maiale o il croissant.
Vorrei mandare un messaggio. Un augurio. Un bonheur per quelli che fanno la coda davanti alle villette dei delitti e a quelli che ci fanno sopra ore e ore di talk show. Io vi auguro con tutto il cuore che vi si fermi la caldaia nei giorni della Merla. Che vi si stacchi il ponte degli incisivi davanti un secondo prima di andare in onda. Che uscendo in strada, vi caschi il pianoforte di George Clooney in testa, e che Malkovich, invece che fare cambio, dica che va bene così. Che vi scappi la pipì quando non ci sono gabinetti vicini e che vi passi quando è ora di fare il prelievo delle urine. Che ogni ciliegia che mangiate abbia dentro un verme, che vi torni l'acne e vi vengano dei brufoli grossi come le colline del Chianti, e che quando pagate le tasse col bonifico vi sbagliate di uno zero in più. E poi vi auguro altresì di mettere un tacco a spillo nello scambio del tram e l'altro su una cacca di cane, così che si crei una divergenza parallela e mentre una gamba resta inchiodata l'altra vada pattinando fino ad una vostra totale apertura a compasso. Naturalmente… senza rancore. Solo con tanto, tanto astio.

LUCIANA LITTIZZETTO

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il pensiero debole

    pensiero debole

    Notizia toda gioia toda bellezza. Novità nel campo degli attrezzi femminili. Diciamo subito che è una cosa per donne… Si chiama Moon cup. Traduco: Moon luna, cu... Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il pensiero debole

    pensiero debole

    Ken compie 50 anni. E per festeggiare la Mattel che versione avrà messo in commercio? Un Ken con la chierica? Un Ken che si misura la pressione? Un pupazzo con... Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il pensiero debole

    pensiero debole

    Vorrei parlarvi delle notizie positive della settimana ma non ce ne sono. Nothing. Rien da faire. Nada de nada. Ho cercato ma niente. Un parto pluri gemellare,... Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il pensiero debole

    pensiero debole

    Basta. Mi sono veramente rotta. Adesso me ne vado con la Ventura sull’Isola dei famosi.Mene sto lì a spaccare i cocchi a testate, a spulciare babbuini e a... Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il pensiero debole - luciana littizzetto

    pensiero debole luciana littizzetto

    Siamo nel gorgo. Arrivano dal mare mestolate di profughi e noi non sappiamo se tirarli su o ributtarli in mare. La logica direbbe che se tutti si facessero... Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il pensiero debole

    pensiero debole

    Polemicone di Giovanardi per il nuovo manifesto dell'Ikea. E' andata così. Qualche giorno fa, sui muri di Catania sono comparsi dei nuovi manifesti in cui si... Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il pensiero debole

    pensiero debole

    LUCIANA LITTIZZETTODue notizie «cuntra le boje», come diceva mia nonna. La prima è un pettegolezzo. La Vittoria Beckham, moglie del David grandissimo tronco di... Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI