Magazine Bellezza

IL PROFUMO: J'ADORE L'ABSOLU di DIOR

Creato il 28 gennaio 2015 da Grace Beautycove @beautycove
IL PROFUMO: J'ADORE L'ABSOLU di DIOR
IL PROFUMO: J'ADORE L'ABSOLU di DIOR
DIORJ'ADOREL'ABSOLUEau de Parfum Absolue
Attraverso quali misteriose, incomprensibili alchimie passa il desiderio di possedere una fragranza? E di amarla e lasciare che ti ami, si impossessi della tua pelle e, fin dentro, della tua anima. Per quali reconditi percorsi, pensieri, incroci astrali imponderabili si avvinghia alla tua vita e ne fa parte, costringendoti a un tamtam di pensieri luminosi, infilandosi nelle vibrazioni di una memoria lontana eppure vivida e presente. Reliquia. Custodita e protetta. Un liquido che trascende la sua presenza fisica e diventa un simbolo, un sigillo indelebile, uno scrigno che elargisce emozioni, che rinnova sensazioni incancellabili, firmando di stupore ogni spruzzo. Amo questa fragranza. Amo il periodo che l'ha vista nascere, il suo magnetico equilibrio olfattivo, la sua armonia splendente, le sue evoluzioni audaci, la sintonia di ogni singolo petalo, il suo bouquet immensamente generoso, opulento, perfettamente armonico. In J'adore L'absolu, una delle cinque varianti della fragranza, l'intensità dei fiori è tanto sublime quanto assoluta. Rosa di Maggio (dal Domaine de Manon e Clos de Callian a Grasse, che riservano in esclusiva a Dior la totalità delle colture di Rosa di Maggio), Rosa Damascena, Gelsomino Sambac e Tuberosa d'India, sono espresse in Assoluta per offrire una ricchezza olfattiva inebriante. L'anfora in vetro e oro, pura, trasparente, non dichiara il suo nome. Una tra le più belle espressioni di design per un flacone di profumo, riconoscibile al primo sguardo, iconica, emblematica della mitica forma a otto del New Look Dior, espressione di una femminilità sublimata.Creata da François Demachy, Parfumeur-Créateur Dior nel 2007.©thebeautycove
IL PROFUMO: J'ADORE L'ABSOLU di DIORIL PROFUMO: J'ADORE L'ABSOLU di DIOR

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :