Magazine Bellezza

IL PROFUMO: LA FUMÉE ALEXANDRIE di MILLER HARRIS

Creato il 19 novembre 2015 da Grace Beautycove @beautycove

IL PROFUMO: LA FUMÉE ALEXANDRIE di MILLER HARRIS
MILLER HARRISLA FUMÉE ALEXANDRIE La Fumée Collection
Eau de Parfum
Alessandro il Grande riconosceva al profumo un ruolo importantissimo, definendolo simbolo di un potere soprannaturale, un elemento che distingueva e caratterizzava la figura del sovrano. Amava i profumi e si circondava di estratti preziosi e incenso, cospargeva le tuniche con la fragranza dello zafferano.  Teofrasto suo amico e filosofo, ne ricordava la gradevole profumazione, con un composto a base di mirra e incenso. Ancora preziosi sono i suoi studi, i primi di tutti i tempi, sugli odori."Teofrasto guardava il mondo degli aromi con l'occhio attento dell'osservatore guidato da infinita curiosità. Fu il primo studioso degli odori: nessuno prima di lui aveva trattato l'argomento in modo così sistematico. Fu il primo a spiegare la preparazione dei profumi e il loro impiego, descrivendo tutto il percorso necessario per mettere a punto una fragranza in modo 'armonico', senza che uno o più ingredienti prevalessero sugli altri. Si interrogò sulla natura degli odori, come già Aristotele, ma in modo ancora più analitico, per comprenderne i numerosi misteri, che in molti casi resteranno tali fino al secolo scorso. Teofrasto superò la semplice ripartizione in odori più o meno piacevoli effettuata da Platone e seguita anche da Aristotele. Fu il primo a trattare il tema della composizione di un profumo e della sua creazione da un punto di vista artistico e pose già allora il problema, molto attuale anche per il profumiere di oggi, riguardante gli ingredienti naturali". (dal libro di Giuseppe Squillace "Il Profumo nel mondo antico" con la prima traduzione italiana del testo "Sugli odori" di Teofrasto - filosofo e botanico greco IV-III secolo a.C. prefazione di Lorenzo Villoresi).
Queste essenze preziose sembrano attraversare i secoli, trasportate nel tempo arrivano a noi consegnandoci i riti di una civiltà potente e misteriosa. La fragranza è rappresentazione di elevazione, di intenso raccoglimento, l'elemento di congiunzione tra uomini e dei, la sostanza offerta e consumata per la purificazione di corpo e mente. E' l'opulenza di un Egitto antico e maestoso ad ispirare la nuova fragranza di Miller Harris La Fumée Alexandrie, composizione intensa che emerge dai sentori balsamici e penetranti di incensi, fiori e spezie. E' un luogo non luogo dove si intersecano volute aromatiche e mistiche che ricordano un passato fastoso, un crogiuolo di aromi inebrianti, umori che si allacciano in una danza di veli e tintinnii di cavigliere, henné bruno che intarsia la pelle, la brezza lieve che cinge e accompagna i movimenti, solleva petali di rosa damascena sparsi su grandi tappeti antichi.
Come il leggendario kyphi, il jus si muove dentro un dedalo di note preziose. Una rosa damascena di rara bellezza fa da protagonista e si lascia contemplare attraverso robuste volute di incenso e spezie. Luminosa e piccante, l'apertura con mandarino e cumino d'Egitto introduce ad un cuore solenne con assoluta di rosa damascena, assoluta di incenso, papiro e geranio d'Egitto. Le note si intrecciano nel finale intenso, da "suq" olfattivo, in un accordo profondo e sensuale con ambra, oud e legno di sandalo polverizzato con una presa di cannella e sfiorato dalla lieve sfumatura cuoiata e animalica del catrame di betulla. 
Creata da Lynn Harris.La Fumée Alexandrie completa la collezione esclusiva di ispirazione orientale La Fumée con La Fumée Classic, La Fumée Arabie, La Fumée Ottoman, La Fumée Maroc, La Fumée Intense.Disponibile nel formato Eau de Parfum 100 ml. In profumerie selezionate e nei Bar à Parfum Olfattorio.©thebeautycove
IL PROFUMO: LA FUMÉE ALEXANDRIE di MILLER HARRISIL PROFUMO: LA FUMÉE ALEXANDRIE di MILLER HARRIS

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine