Magazine Ecologia e Ambiente

Il progetto eco-shopping Mr.Bi. presentato ad Orvieto e a tutte le Cittaslow

Creato il 20 gennaio 2011 da Minimoimpatto

E’ stato presentato venerdì mattina ad Orvieto il Progetto eco-shopping”, Mr. Bi, lanciato a Terni da Novamont, promosso da Provincia di Terni, Confcommercio, Confesercenti, in collaborazione con Novamont stessa e Ceplast.

Il progetto dedicato alla piccola distribuzione, ancora in grado di diffondere la cultura della qualità e delle eccellenze enogastronomiche, vedrà la collaborazione proprio delle Cittaslow italiane, che a partire da Caiazzo, città capofila, promuovono la cultura della sostenibilità con azioni normative mirate al sostegno della raccolta differenziata e riduzione dei rifiuti alla fonte, tra cui le buste di plastica

A presentare il progetto e le buste in materiale riciclabile erano presenti il

sindaco del comune di Orvieto, Antonio Concina,

Domenico Rosati, Assessore Provincia di Terni,

Leandro Porcacchia, Direttore Confcommercio Terni,

Sandro Gulino, Presidente Confesercenti,

Giuseppe Lanzi, Responsabile eventi Novamont,

Luigi Maria Manieri, presidente di Confcommercio Orvieto, e

Tonnaso Sgueglia, Coordinatore di Cittaslow Italia

Il progetto Mr.Bi si pone come obiettivo di agevolare e sostenere il progressivo adeguamento degli esercizi commerciali coinvolti al divieto di commercializzazione di sacchi non biodegradabili per l’asporto di merci.
L’obiettivo reale sarà anche incentivare, a medio termine, la raccolta differenziata perché attraverso il riutilizzo dello shopper biodegradabile e compostabile in Mater-Bi, sarà più facile intercettare la raccolta del rifiuto organico che rappresenta il 30-40% del rifiuto complessivo. Una soluzione in più per la riduzione del fenomeno del littering dovuto all’uso indiscriminato dei sacchetti di plastica che da soli rappresentano il 10% dei detriti dispersi in mare e sono i maggiori responsabili del 70% d’inquinamento da plastica rilevato nelle spiagge di tutto il mondo. Un inquinamento che compromette gravemente tutta la catena alimentare, l’ecosistema dei mari e la fertilità dei suoli

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • il viaggio

    viaggio

    Se mi guardo indietro vedo che da poche altre cose la mia vita è stata segnata così in profondità come dall’amore per il viaggio. Mi è sempre stato abbastanza... Leggere il seguito

    Da  Barbini
    CULTURA, VIAGGI
  • “Il Messaggio”

    Messaggio”

    1976: The Message (Al Rasala) di Moustafa Akkad Sicuramente il più grande kolossal libico di tutti i tempi: l’ambizione è di raccontare la storia della religion... Leggere il seguito

    Da  Cinemaleo
    CINEMA, CULTURA
  • Il bidone

    bidone

    Agosto è un mese meraviglioso per il cinema in tv. Ti può capitare di svegliarti, fare colazione vedendo un film dimenticato. Il regalo stamane me lo ha fatto... Leggere il seguito

    Da  Filmdifio
    CINEMA, CULTURA
  • “Il rifugio”

    rifugio”

    2009: Le refuge di Francois Ozon Più amato in patria che all’estero, il regista è noto per la sua poliedricità e per dividere i critici. Leggere il seguito

    Da  Cinemaleo
    CINEMA, CULTURA
  • Il confine

    confine

    Cerco il principio del malecome da bambina cercavo i margini della pioggia.Con tutte le forze correvo per trovareil luogo dovesedermi a terra a contemplareda un... Leggere il seguito

    Da  Linda
    POESIE
  • Il morso

    morso

    Solo il morso a tradimentoalla tua mano offerta alla carezzat'innamora.E ti vergogni del desiderioche si riaccendese è negato,che si rinnovase ti ritrovi a... Leggere il seguito

    Da  Linda
    CULTURA
  • Il ma

    Avevo già trattato questo argomento in passato (http://lastanzaprivatadellarte.blogspot.com/2010/06/il-ma-cura-di-alice-ginaldi-siva-le-duc.html). Leggere il seguito

    Da  Roberto Milani
    ARTE, CULTURA